Mete da brivido: un viaggio nelle case maledette

04/gen/2010 17.59.43 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Villa Magnoni

Villa Magnoni

Sono tante le persone che cercano un viaggio o una gita fuori dalle rotte consuete, magari in luoghi che mettono i brividi e sono avvolti in un alone di mistero e di leggenda, dei veri e propri posti maledetti. Nel nostro paese sono tantissimi gli edifici considerati, da chi ci crede, infestati dagli spiriti o che comunque sono stati teatro di qualche morte violenta o qualche fattaccio terribile. Delle vere e proprio location horror dove gli abitanti sono fuggiti per non dover ancora sopportare voci, rumori o spostamenti di oggetto. Di seguito riporto un elenco di luoghi che possiedono queste caratteristiche:

  • Villa Magnoni1Villa Magnoni a Cona ( Ferrara) è una villa teatro di un fatto misterioso. Negli anni ottanta quattro giovani amici entrarono nell’edificio per passare una serata da brivido. Mentre si trovavano dentro sentirono delle grida di bambino e terrorizzati corsero in giardino ma qui non trovarono nessuno se non un’anziana affacciata alla finestra arrabbiata per la loro presenza. Scapparono immediatamente dalla Villa con la loro auto ma ebbero un incidente. Solo uno de quattro sopravvisse e poté raccontare quello che era successo. Da allora tutte le finestre della casa, tranne una (leggenda vuole sia quella da cui si affacciò la vecchia), sono murate.
  • ca_de_animeCà de anime (Casa delle anime) a Voltri (GE) – Situata sull’antica Via dei Giovi era una vecchia locanda che nel diciannovesimo secolo ospitava viandanti e pellegrini. Quelli facoltosi venivano sistemati nella stanza più silenziosa ed appartata della locanda e qui venivano assassinati dai gestori che poi li derubavano di ogni avere e gettavano i loro corpi in una fossa comune. Questo fatto ha alimentato la leggenda che vuole la casa abitata dagli spiriti degli assassinati. Sono assicurate pentole che cadono e mobili ballerini
  • Casa del violino a Scogna Sottana  (La spezia) -  E’ chiamata così perché era abitata da un musicista. Dopo la sua morte sono in molti a giurare di aver sentito suonare ancora il suo violino e qualcuno persino di averlo visto uscire dalla sua custodia e cominciare a suonare da solo.
  • Ca darioCà Dario a Venezia – Situato sul Canalgrande questo bellissimo palazzo del 1400 è avvolto da una maledizione: tutti i suoi proprietari, dalla costruzione ad oggi, sono morti di morte violenta. Tra questi anche Raul Gardini, morto suicida.
  • Villa FoscariVilla Foscari a Mira, tra Padova e Venezia – Conosciuta anche come La Malcontenta, in essa si aggirerebbe lo spettro della Dama Bianca, un’aristocratica del ‘700 rinchiusa nella Villa fino alla sua morte. Secondo i racconti popolari tale Elisabetta comparirebbe nelle stanze indossando un lungo vestito bianco.
  • Villa clara1Villa Clara (Palazzo Malvasia) a Bologna – Questa fatiscente Villa alle porte di Bologna ha affascinato diverse generazioni di giovani avventurieri. La leggenda narra che la villa era abitata all’inizio del novecento da tale Clara, una bambina con poteri di chiaroveggenza e che il padre, esasperato, in un momento di follia la murò viva. I testimoni dicono di avere visto la figura di una bambina nel giardino e che spesso si è sentita la sua voce mentre cantava o si lamentava.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl