La Gran Bretagna punta tutto sull’eolico

La Gran Bretagna punta tutto sull'eolico Una centrale offshore La Gran Bretagna vira verso l'energia eolica.

12/gen/2010 17.03.39 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Una centrale offshore

Una centrale offshore

La Gran Bretagna vira verso l’energia eolica. Il governo ha infatti annunciato un piano da 75 miliardi di sterline (83 miliardi di euro) per costruire nove centrali eoliche offshore, cioè in mezzo al mare, che quando entreranno a pieno regime saranno in grado di generare 25.000 megawatt di potenza: abbastanza per soddisfare il fabbisogno energetico di circa metà delle abitazioni britanniche.

Già ora la Gran Bretagna possiede 228 turbine offshore, ma la potenza complessiva non supera i 688 megawatt. Le nuove turbine, invece, saranno molto più grandi, e saranno costruite a quasi duecento chilometri dalla costa nel Mare del Nord. La loro costruzione equivarrà, in termini di energia prodotta, alla costruzione di 21 centrali nucleari. Per quanto riguarda i tempi, dipenderanno dal reperimento graduale dei fondi e dalla presenza di investimenti privati. In ogni caso, non è previsto che alcuna turbina entri in funzione prima del 2015.

A Londra fanno notare come dei 70,000 posti di lavoro che un’opera così grande produrrà, molti saranno all’estero. Difatti, nessun grande produttore di turbine offshore ha accettato l’invito del governo inglese di aprire uno stabilimento sull’Isola.

Fonti: www.timesonline.co.uk

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl