Libertà d’espressione: condannato a 5 anni l’attivista vietnamita

22/gen/2010 10.00.48 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ho-chi-minh-city-police

Vietnam: L’avvocato dei diritti umani Le Dinh Cong, ha ricevuto una relativamente leggera condanna a cinque anni di reclusione dopo che i giudici presso il Tribunale di Ho Chi Minh City hanno deliberato solo per una mezz’ora. Il giudice a quanto pare ha mostrato di clemenza perché Dinh ha riconosciuto d’aver infranto la legge. “Dal profondo del mio cuore, io e questi tre altri imputati non aveva alcuna intenzione di rovesciare il governo”, Dinh ha detto alla corte.

Dinh, Thuc e un terzo imputato avrebbero potuto essere condannati a morte.

Alcuni osservatori hanno ipotizzato che la repressione in corso è collegata al passaggio delle prossime politiche. Il Vietnam ha condannato 10 attivisti per la democrazia di altri nel corso degli ultimi tre mesi. Il più noto è Dinh. Oltre alla gestione di alto profilo dei casi di diritti umani, ha rappresentato una volta gli agricoltori di pesce vietnamita per combattere un reclamo proposto dalla concorrenza sleale dei produttori di pesce gatto americano.

Nel 2007, contro la chiusura di alcuni siti web, Dinh fece un appello alla commissione per i diritti umani a favore della libertà d’espressione. Da qui, la condanna.

www.giornalismi.info/aldovincent

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl