il K@TTOLICO NEWS

il K@TTOLICO NEWS

19/feb/2005 20.00.46 Fabrizio Artale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
IL K@TTOLICO News 15-2005

c.kattolico@virgilio.it

 

La Buona Battaglia

PREGHIERA - FORMAZIONE - MISSIONE


SATANISMO

 

«A finire sui giornali sono solo i pesci piccoli. C’è una cupola di potere che aiuta e copre»  di Lorenzo Sani

 

RIMINI - «Nelle sette sataniche sono molto graditi i bambini e le vergini: noi non possiamo nemmeno immaginare quanti piccoli scomparsi siano stati in realtà sacrificati a Satana». Don Oreste Benzi non usa metafore per lanciare il senso della sua denuncia.

 

Da più di due anni, da quando la questura di Pescara ha arrestato quattro adepti degli Angeli di Sodoma che adescavano bimbi e giovani per plagiarli e renderli compartecipi di riti satanici, ha aperto un Servizio anti sette occulte con un numero verde (800228866) che raccoglie segnalazioni e denunce. Don Benzi è anche il tutore di una giovane, ancora minorenne, fuoriuscita da una setta.

 

«Questa ragazza è stata adescata quando aveva 12 anni da una sua insegnante che in realtà era la sacerdotessa di una setta satanica», racconta il prete di strada riminese. «Quella donna l’ha plagiata al punto da farle credere di essere la reincarnazione di sua figlia, morta alcuni anni prima. La poveretta ha subito ogni genere di violenza: è stata sottoposta a riti di iniziazione molto cruenti e la sua seduttrice le ha fatto bere il suo sangue per legarla a sè con un patto indissolubile. La bambina è stata inoltre abusata da quattro uomini incappucciati, all’interno di una chiesa sconsacrata».

 

Per la sua esperienza diretta, don Benzi, ha un’idea chiara del fenomeno.«Quelli che finiscono sui giornali, in realtà molto spesso sono le vittime, i pesci piccoli o piccolissimi. Il livello superiore delle sette non viene mai alla luce. C’è gente che conta, ricca, uomini di potere Hanno la capacità di insabbiare e di fare ciò che vogliono».

 


Carissimo amico e carissima amica, se le mie E-Mail ti offendono o ledono la tua suscettibilità, comunicarmelo, a tal fine provvederò immediatamente a cancellarti dalla mia lista di contatti. Il mio umile mezzo d'informazione è un semplice strumento di comunicazione sociale, pensato per evidenziare alcune problematiche sociali che in molti casi si preferisce non divulgare o mettere a tacere. Se qualcuno riconosce qualche proprio articolo, di cui non ha autorizzato la pubblicazione, preciso che non appartengo a nessuna agenzia di stampa e per tanto la mia libera iniziativa non ha nessun riscontro economico, la mia diffusione di articoli o notizie è una libera scelta che non è riferibile al mio lavoro o a fazioni politiche. Il mio credo, Cristiano-Cattolico, è l'unica cosa a cui sono legato. Il mio modesto contributo sul Web è animato dal convincimento che ognuno di noi ha il dovere d'impegnarsi per far risplendere la Luce del bene in una società offuscata dalle tenebre del male.

Grazie per la tua gentile attenzione.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl