Le parabole su Nicola Di Girolamo

Quella di Toni l'imbianchino locale, è di 3.000 euro, quella di un imbianchino del capoluogo di 6.000 e quella di Di Girolamo, senatore della repubblica, che non fa nemmeno l'imbianchino, di 9.000 euro.

25/feb/2010 10.29.17 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nicola di Girolamo

Il sindaco di Roccacanuccia chiede un preventivo per pitturare la facciata del municipio e gli arrivano tre offerte.
Quella di Toni l’imbianchino locale, è di 3.000 euro, quella di un imbianchino del capoluogo di 6.000 e quella di Di Girolamo, senatore della repubblica, che non fa nemmeno l’imbianchino, di 9.000 euro.

Il Sindaco vuole approfondire, e Toni, l’imbianchino locale, gli dice che vuole usare una vernice acrilica per esterni che costa 1.000 euro e che vuole dare due mani, poi tra impalcature e pennelli si spendono altri 1.000 euro ed il resto è il suo guadagno.

L’imbianchino del capoluogo giustifica il suo preventivo dicendo che lui è il miglior imbianchino in circolazione, che usa una vernice poliuretanica e che vuole dare tre mani. La pittura viene quindi 3.000 euro, tra impalcature e pennelli si spendono altri 2.000 euro e gli altri 1.000 sono il suo guadagno.

Di Girolamo, che viene ascoltato solo per curiosità poiché il suo preventivo non è paragonabile agli altri, dice al Sindaco:
“Senti, il mio è sicuramente il preventivo migliore: 3.000 euro sono per te, 3.000 sono per me e 3.000 li diamo al Toni che pittura la facciata…”

Indovinate chi prese l’appalto…
ehehehe
(Grazzz a Fr@nz che mi ha dato l’idea che ho sviluppato)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl