comunicato stampa "Pianosequenza a Urbino"

09/mar/2005 13.29.53 Altrofilm Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


Torino, marzo 2005
Un film in un unico “Pianosequenza”
Il regista Louis Nero presenta al pubblico il suo nuovo film

Verrà presentato martedì 8 marzo al Cinema Ducale di via Budassi 13 a Urbino, “Pianosequenza”, il nuovo film di Louis Nero, nei cinema a partire dal 18 febbraio 2005.
Prima della proiezione delle ore 21 di giovedì 10 marzo, il regista ed il cast illustreranno al pubblico presente in sala le tematiche del film.

Dopo il buon successo di pubblico e critica raggiunto con “ Golem ”, il giovane regista indipendente torinese presenta al pubblico il suo terzo lungometraggio, un film interamente girato con la tecnica del piano sequenza.
L’ idea nasce dalla volontà di realizzare un film di due ore, riprendendo la storia in un’ unica lunga sequenza, senza tagli o montaggio di alcun tipo.
Un progetto ambizioso, un tentativo di realizzare qualcosa di originale, arrivando dove anche alcuni grandi si sono dovuti fermare. Basti pensare ai problemi tecnici incontrati da Hitchcock con il suo " Nodo alla gola ", fermato dal ricambio della bobina che doveva essere sostituita con una nuova, oppure a " Fino all'ultimo respiro " dove Godard fa camminare in lungo e in largo i suoi protagonisti sugli Champs Eliseè, realizzando con questa tecnica solo alcune sequenze ma non un film intero.

“Pianosequenza” è una scommessa ed insieme una provocazione.
Un unico lungo respiro che rimane attaccato ai personaggi senza dare tregua, captando con l’agilità della camera mobile ogni minimo dettaglio, qualsiasi variazione espressiva dell’attore.
Il film vuole giocare con il tempo ed appropriarsene. Tempo reale, non il tempo fittizio, tempo percepito, e questa è la rarità, allo stesso modo da attore e spettatore. Il tema del film nasce da una riflessione su caso e destino.
“Pianosequenza” ha nella concatenazione il suo motore principale. Il racconto prevede, infatti, dieci personaggi e ne descrive le connessioni, lasciando che lo spettatore possa interrogarsi sull’ eventuale accidentalità di un incontro, di uno scambio.
“Pianosequenza” è un film sull’incomunicabilità. Scarne le battute dei personaggi, solo il pensiero sembra avere una profondità grazie alla voce fuori campo. L’espressione vera e propria si concentra esclusivamente sul personaggio preso nella sua unicità, dissolvendosi non appena viene a contatto con un altro essere.
Il lungometraggio girato in High Definition e, successivamente, vidigrafato su pellicola 35 mm ha dieci protagonisti assoluti, ognuno dei quali ha avuto a disposizione l'esatto numero di minuti degli altri.

Tra i personaggi principali:
Daniele Savoca interpreta Paolo, uno scrittore frustrato.
Protagonista nel ruolo di Eugenio Scaglia nella fiction “Le Stagioni del Cuore”, è in procinto di uscire ancora sul piccolo schermo con “La moglie cinese” regia A.Grimaldi (prod. Rai)

Giorgia Cardaci interpreta Maria, la fidanzata di Paolo.
Personaggio principale della sit-com “Camerà Cafè” in onda tutti i giorni su Mediaset. Inoltre partecipa in “Tandem “ di Lucio Pellegrino nella parte dell'amica della protagonista, in “Controvento” di Peter Del Monte con Margherita Buy e recentemente ne “Il Trasformista” di Luca Barbareschi.





____________________________________________________________
6X velocizzare la tua navigazione a 56k? 6X Web Accelerator di Libero!
Scaricalo su INTERNET GRATIS 6X http://www.libero.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl