Comunicato Questura di Milano

17/apr/2010 09.28.23 Sognando Italia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Come noto a partire dal 26 ottobre 2009 hanno preso il via le nuove procedure per il rilascio ed il rinnovo dei titoli di soggiorno consistenti nella convocazione diretta, entro la data massima di 15 giorni lavorativi, dello straniero presso gli uffici territorialmente competenti.
Tale novità consentirà all’utenze di ricevere il permesso di soggiorno nel termine massimo di 45 giorni salvo l’insorgere di motivi ostativi che possono ostacolare o ritardare il rilascio.
Per tutte le istanze giacenti presso questo ufficio e non ancora evase alla data del 26 ottobre 2009 quest’Ufficio sta procedendo a convocare gli interessati presso gli uffici siti in via Montebello. Solo per quest’ultimi i tempi di rilascio restano ancora lunghi (5/6 mesi) anche se si tratta di un fenomeno destinati ad estinguersi per raggiungere l’obbiettivo finale di garantire per tutti il termine massimo di 45 giorni.
Proprio per venire incontro alle necessità di quanti non otterranno il permesso di soggiorno in tempi brevi, oltre a richiamare la circolare del Ministro Amato dell’agosto 2006 che consente allo straniero munito della ricevuta di rinnovo del permesso di soggiorno di godere di tutti i diritti connessi al possesso del titolo di soggiorno compreso quello di recarsi nel paese di origine (senza più la restrizione di utilizzare lo stesso scalo aereo come da circolare 400/A/2009/14.201 dell’11 marzo 2009 della Direzione Centrale per l’Immigrazione), nonché la circolare dello stesso ministro del febbraio 2007 relativa ai primi ingressi per lavoro subordinato, ricordiamo che l’interessato può:
-> richiedere, se dimostra di averne interesse, il rilascio di un permesso di soggiorno cartaceo provvisorio (necessario per raggiungere paesi diversi da quello d’origine, per accendere mutui, stipulare contratti, o per altre esigenze), nonché la possibilità di:
-> richiedere l’inserimento provvisorio del figlio sul vecchio permesso cartaceo o di un provvisorio cartaceo se il genitore è in possesso di un PSE.
Lo stesso potrà presentarsi presso gli uffici di Via Montebello o in quelli di Via Cagni da lunedì a venerdì dalle ore 8.00 alle ore 16.30, nonché presso i commissariati di Monza, Cinisello Balsamo, Sesto San Giovanni e Legnano osservando gli orari di questi uffici, munito di passaporto, vecchio permesso, 4 foto, marca da bollo di 14,62 euro, documentazione attestante la necessità del provvisorio ( lettera del datore di lavoro che rappresenta la necessità di recarsi all’estero col dipendente straniero e fotocopia del documento del datore, prenotazioni e biglietti aerei, lettere di notai, banche, partecipazione a corsi all’estero,etc.). Specificare sempre il periodo di permanenza all’estero che di norma non deve superare i 90 giorni salvo giustificati motivi.
Inoltre, l’ufficio procede anche al
-> rilascio di attestati con cui si certifica che l’iter istruttorio è in corso e che l’Amministrazione si è determinata positivamente al rilascio del titolo o con cui si certifica anche la motivazione del rilascio l’attestazione va richiesta , negli stessi orari e giorni sopra indicati, agli sportelli di Via Montebello.
Nel caso in cui lo straniero sia semplicemente in attesa del permesso di soggiorno elettronico può sempre verificare l’effettiva disponibilità del titolo nei nostri uffici attraverso il sito http://www.poliziadistato.it.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl