Il (giorno del) matrimonio perfetto

04/mag/2010 12.35.30 AndrewPP Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Se da una parte l’istituzione del matrimonio sembra aver perso, negli ultimi tempi, l’importanza e il significato profondo che le venivano attribuiti in passato, dall'altra sono ancora molte le coppie che non rinunciano a sposarsi, e che anzi fanno di tutto perché nel giorno delle nozze tutto sia perfetto.


Il giorno del matrimonio, per coloro che ancora credono a questo tipo di unione, e che vogliono suggellare in modo chiaro una relazione o una convivenza, è ancora sentito come un momento importante, una tappa fondamentale nella vita degli sposi; in molti altri casi è più visto come una grande occasione di festa, un giorno in cui sentirsi protagonisti assoluti. Non importa che ci si separi dopo qualche anno, o che si voglia fare un matrimonio religioso pur non essendo credenti e pur non avendo quasi mai varcato la soglia di una chiesa se non per rinfrescarsi durante una torrida giornata estiva: non ci sono questioni, il matrimonio deve essere fatto con tutti i crismi, deve essere una grande festa che rimanga negli annali, un evento da ricordare per sempre, anche se il matrimonio stesso magari non è destinato a durare proprio per l’eternità. Ecco dunque che per organizzare un matrimonio come si deve non si bada a spese, anche se con la crisi che stiamo attraversando si è registrata una tendenza a tagliare dove possibile, per esempio sui costi delle bomboniere, dei video ricordo, delle agenzie animazione Roma come altrove, o a rimandare per l’anno a venire, con la speranza dell’arrivo di tempi migliori.


Al giorno d’oggi le coppie che si sposano, però, hanno sicuramente meno tempo, rispetto alle coppie del passato, di organizzare tutto nei minimi dettagli, e i compiti che in passato venivano affidati perlopiù alla sposa (con la supervisione di mammà), mentre il futuro maritino era la lavoro, adesso che entrambe le dolci metà sono sempre più alle prese col lavoro e impegni vari, bisogna delegarli a qualcun altro, nella fattispecie ad un organizzatore di eventi o, per dirla in modo più glamour, ad un wedding planner. Il wedding planner, ossia il pianificatore di matrimoni, è una figura professionale molto diffusa oltreoceano e che sta prendendo piede anche in Italia: pur non esistendo ancora un albo professionale, le agenzie che si occupano di organizzare feste di matrimonio sono sempre più diffuse su tutto il territorio nazionale sono sempre più diffuse (esistono anche dei corsi studiati per formare queste nuove figure professionali), e sempre più coppie decidono di affidarsi ad un esperto per far sì che nel giorno più bello tutto sia perfetto. Queste agenzie però non si limitano ai matrimoni, ma organizzano anche giochi per feste bambini, cene aziendali con intrattenimento e addii al celibato o nubilato.


Rivolgersi ad un’agenzia specializzata in organizzazione di eventi, e di matrimoni in particolare, significa delegare tutto ciò che riguarda l’allestimento del matrimonio: dai fiori in chiesa alla torta nuziale, dalla scelta della location alle trattative con il fotografo, dalla scelta delle bomboniere all’animazione matrimoni Roma in particolare. Certo, nemmeno il wedding planner più esperto può darvi la certezza che il matrimonio durerà, ma con l’aiuto di un professionista gli sposini saranno sicuri che almeno il giorno delle nozze si svolgerà senza contrattempi e imprevisti!


A cura di Francesca Tessarollo - Registrazione motori di ricerca

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl