Ipia di Mondragone. A lezione di legalità sulle terre della camorra

05/mag/2010 18.14.19 Maria Beatrice Crisci Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Istituto Statale Istruzione Secondaria Superiore

Leonardo da Vinci - Mondragone

 

 

Agli organi di stampa

Comunicato stampa                                                                              mercoledì 5 maggio   2010

                                                                        

Ipia di Mondragone. A lezione di legalità sulle terre della camorra

 

     Gli studenti dell’Ipia Leonardo Da Vinci di Mondragone domani 6 maggio parteciperanno all’evento promosso dall’associazione “Libera” a Cancello Arnone denominato “Lezione di legalità sulle terre della camorra”. La manifestazione prenderà il via alle 10 con un dibattito al quale interverranno, tra gli altri, il presidente dell’associazione antiracket e antiusura Salvatore Cantone, Francesco Diana e don Lorenzo Langella dell’associazione Libera e Lorenzo Diana già Responsabile Nazionale Ds per la Lotta alle Mafie.

     Ad accompagnare i ragazzi dell’Ipia, il preside Giovanni Battista Abbate, il fiduciario Vincenzo Di Vaio e i professori Giovanna Paolino, Alessandro Prisco, Giuseppe Rizzo e Lina Ventrone. “Gli studenti – dice il preside Abbate – porteranno otto piante di leccio che pianteranno loro stessi su quelle terre un tempo della camorra e riportate alla legalità. Gli alberi sono stati offerti dal settore forestale della Regione Campania. Con l’associazione Libera – continua - abbiamo avuto modo di collaborare già in passato e in particolare in occasione della manifestazione svoltasi a Milano qualche mese fa, il Treno della Legalità. Il nostro percorso avviato con il progetto Controvento, dunque, continua e con ottimi risultati”.

     Intanto, martedì scorso a far visita all’Ipia di Mondragone è stata la presidente regionale Unicef Margherita Dini Ciacci e la referente provinciale Emila Narciso. “L’eccellenza migliore è una scuola che vuole farsi carico di portare avanti il messaggio dell’Unicef che – ha detto la presidente Dini Ciacci - è una proposta culturale sui diritti dell’infanzia che devono diventare doveri degli adulti. Questa scuola sono convinta che porterà avanti questo concetto perché è un istituto molto aperto al mondo e alle tematiche dello sviluppo”.

     Va ricordato, poi, che i ragazzi dell’Ipia hanno realizzato nell’ambito del progetto di legalità un video dal titolo “Controvento” che sarà presentato ufficialmente il prossimo 13 maggio in occasione della Giornata dello Studente, promossa dalla Consulta provinciale degli Studenti e successivamente il 18 maggio per la Festa della Legalità in preparazione a Mondragone.       

     Un’occasione questa che vedrà anche l’esibizione della band dell’Istituto denominata Tribù urbana, ideata dal percussionista e compositore Paki Palmieri. Quest’ultimo oltre ad essere autore delle musiche del cortometraggio, insieme alla band, ha anche curato la direzione artistica in collaborazione con Mario Scalino e Felice D’Andrea. In video gli studenti: Michele Luongo, Francesco Mancone, Daniele Russo, Paolo Sanfelice e Daniele Treglia. Docente referente del progetto è Giovanna Paolino. Il cortometraggio, va detto, è stato realizzato con il patrocinio della Provincia di Caserta e del Comune di Mondragone nonché del Csa (Ufficio scolastico provinciale).

Il progetto Controvento è anche su Facebook. L’Ipia di Mondragone ha anche un sito: controvento.xoom.it e

 

 

Con preghiera di cortese pubblicazione e radio-tele-web-diffusione. I giornalisti che volessero richiedere foto in formato jpeg o contattare l’ufficio stampa per ogni altra informazione possono rispondere a questa e-mail.

                                                                                                                            Comunicazione Ipia

Questo messaggio e-mail, inviato in Ccn a una lista di destinatari, non contiene pubblicità né promozione di tipo commerciale. Coscienti che invii di posta elettronica indesiderati siano oggetto di disturbo, La preghiamo di accettare le nostre più sincere scuse se la presente non dovesse essere di Suo interesse. A norma della Legge 675/96 abbiamo reperito il Suo indirizzo e-mail di persona, navigando in rete o da messaggi di posta elettronica che l’hanno reso pubblico. Questo messaggio non può essere considerato spam poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Qualora non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni, La preghiamo di inviare una risposta con oggetto: “Cancella”. Grazie.

Ai sensi e per gli effetti del D. Lgs. 196/03, le informazioni contenute in questo messaggio e-mail sono dirette esclusivamente al destinatario, e come tali sono da considerare riservate. È vietato pertanto utilizzare il contenuto dell’e-mail, prenderne visone o diffonderlo senza autorizzazione. Qualora fosse da Lei ricevuto per errore voglia cortesemente rinviarlo al mittente e successivamente distruggerlo.

 

                                                                                                                     

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl