Berlino: pioggia a comando grazie al laser

Fino ad ora, infatti, gli Stati hanno avuto la possibilità di provocare la pioggia disperdendo con gli aerei grandi quantità ioduro d'argento, di azoto liquido o di polvere di cemento.

06/mag/2010 15.01.11 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

By taivasalla

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Ginevra ha isolato una procedura che permetterebbe di forzare le precipitazioni piovose senza la dispersione di agenti chimici. Fino ad ora, infatti, gli Stati hanno avuto la possibilità di provocare la pioggia disperdendo con gli aerei grandi quantità  ioduro d’argento, di azoto liquido o di polvere di cemento.

Lo studio dei ricercatori svizzeri prevede invece l’utilizzo da terra di potentissimi laser, che servirebbero a modificare la struttura molecolare del vapore e a creare nuclei di condensazione, dai quali poi si sviluppano le precipitazioni. Lo studio è stato pubblicato dalla rivista scientifica Nature Photonics.

Fino ad ora sono stati effettuati due esperimenti. Nel primo, in una stanza chiusa è stata riprodotta un’umidità vicina al livello di saturazione: in seguito al bombardamento del laser, gli scienziati hanno assistito alla formazione di gocce d’acqua. Nel secondo, l’esperimento è stato ripetuto sul cielo di Berlino: malgrado l’assenza di fenomeni visibili a occhio nudo, i ricercatori hanno registrato una significativa modificazione della densità delle particelle d’acqua.

Sembra ancora decisamente prematuro supporre un utilizzo reale di questa procedura, visto che non sono disponibili laser in grado di bombardare interi chilometri quadrati di nuvole. Tuttavia, la strada della ricerca per il controllo del clima sembra segnata.

Fonte: Repubblica.it.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl