Maratona della Masturbazione: Dieci anni di piacere-live!!!

20/mag/2010 11.18.31 Comodo.it - Il portale di preservativi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La sessualità è davvero una cosa strana…o forse in realtà siamo noi a rendere strana una cosa semplice e naturale.

L’emancipazione, il continuo parlare di sesso e sessualità hanno portato alla nascita di tante manifestazioni che hanno come argomento il sesso stesso.

Tra queste, vogliamo evidenziarne una in particolare il “Masturbate-a-Thon (di cui abbiamo già parlato in passato) che si terrà il 30 Maggio. Perché hanno scelto maggio per questo evento? Perché Maggio è stato a lungo visto come simbolo di risveglio sessuale. Inoltre, “Maggio” e “masturbazione” entrambi iniziano con “M”. È bello e allitterativo!

Nata come una goliardata, quest’anno compie  il suo decennale.

Questo evento viene organizzato in varie città del mondo. Ogni città organizza l’evento con il tema che ritiene più opportuno. Ad esempio a Portland si chiamerà “A Decade of Decadence”.

Si può partecipare a questo evento in varie maniere, come: concorrente, semplice “voyeur” o     semplice spettatore.

Tra voyeur e spettatore esiste una particolare differenza. Il voyeur può assistere alla gara dal vivo, ma deve vestirsi in maniera consona all’evento, cioè in una maniera che susciti piacere nei concorrenti. Il semplice spettatore (vestito in maniera “normale”) assiste all’evento in luoghi allestiti appositamente con schermi, ma lontani da dove si tiene la gara.

Questa manifestazione servirà a raccogliere fondi (ogni centesimo che si va a donare è deducibile dalle tasse), per il “The Center for Sex and Culture” di San Francisco.

L’evento è aperto sia a uomini e donne. Per rendere più competitivo il tutto vengono catalogati tutti i record immaginabili.

Il vincitore maschile che è durato più a lungo (detentore anche del record mondiale in questa categoria!) è il giapponese Masanobu Sato. Nel 2008 il Sig. Sato si è masturbato per nove ore e 33 minuti. Nel 2009 è tornato a difendere il suo record e ad estenderlo a 9 ore e 58 minuti.

La vincitrice femminile che è durata più a lungo è Ms. Kitty Kat. Nel 2008, ha indossato le sue piccole orecchie da gatta per tutto il tempo! Ms. Kat si è masturbata per 7 ore e 6 minuti.

Sempre nel 2008, Michael Hariprem ha raggiunto un altro record mondiale, raggiungendo il numero massimo di orgasmi, ben 31 orgasmi! Mentre per le donne, la record-woman è Monster Lady, che ha raggiunto 20 orgasmi nel 2008!

Altro record riguarda la lunghezza raggiunta dall’eiaculazione. Per gli uomini, il record mondiale è di Mr. Flint Greasewood, 5 piedi 4 pollici (1,90 metri circa), raggiunto nel 2009.

Altra prova da record è quella di colpire con il getto dell’eiaculazione un’area, nominata bull’s eye.

Ecco tutti i risultati del “Masturbate-a-Thon” 2009, organizzato in Danimarca:

Masturbazione Time - Uomini
1 posto 7 ore 45 minuti
2 posto 2 ore 25 minuti
3 posto 1 ore 01 minuti

Numero di orgasmi - Uomini
1 posto 8 - danese record!
2 posto 5
3 posto 4

Eiaculazione Distanza - Uomo
1 posto 2,50 metri
2 posto 0,86 metri
3 posto 0,35 metri

Target eiaculazione - Uomo
1 posto 6 centimetri dal bull’s eye
2 posto 7 centimetri dal bull’s eye 
3 posto 7 centimetri dal bull’s eye

Masturbazione Time - Donna
1 posto 5 ore 4 minuti
2 posto 4 ore 23 minuti

Numero di orgasmi - Donna
1. 222 - record mondiale!
2. 193
3. 132

Eiaculazione Distanza - Donna
1 posto 3,15 metri - record mondiale!
2 posto 2,22 metri

Target eiaculazione - Donna
1 posto colpito interamente il bull’s eye !

Ci si può porre tante e tante domande. Da dove nascono queste idee, ma specie quali peculiari e particolari menti possano produrre tali genialate di concorsi ed eventi.

Ma noi di Comodo.it non siamo abituati a giudicare, ci facciamo portatori e divulgatori di quelle notizie che fanno anche sorridere un po’ stupiti. Valutando questa iniziativa in maniera positiva come una maniera per ridere sulla sessualità e tutte le sue manifestazioni.

Se non si fa male a nessuno ma anzi si può fare del bene tanto di guadagnato per tutti.

Certo immaginiamo la stanchezza per i partecipanti (specie per il vincitore), ma anche il piacere.

Tratto da: Comodo.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl