I consorzi di Bonifica toscani a Terra Futura

I consorzi di Bonifica toscani a Terra Futura COMUNICATO STAMPA (con preghiera di pubblicazione e diffusione) I consorzi di Bonifica toscani a Terra Futura Da domani al 30 maggio alla Fortezza da Basso di Firenze Firenze, 27 maggio 2010 - I Consorzi di Bonifica della Toscana partecipano quest'anno a Terra Futura, la grande mostra-convegno che mette al centro le tematiche e le "buone pratiche" della sostenibilità sociale, economica e ambientale, attuabili in tutti i campi: dalla vita quotidiana alle relazioni sociali, dal sistema economico all'amministrazione della cosa pubblica.

27/mag/2010 10.42.21 etaoin media & comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA
(con preghiera di pubblicazione e diffusione)
 

 

I consorzi di Bonifica toscani a Terra Futura

Da domani al 30 maggio alla Fortezza da Basso di Firenze

 

Firenze, 27 maggio 2010 -  I Consorzi di Bonifica della Toscana partecipano quest’anno a Terra Futura, la grande mostra-convegno che mette al centro le tematiche e le “buone pratiche” della sostenibilità sociale, economica e ambientale, attuabili in tutti i campi: dalla vita quotidiana alle relazioni sociali, dal sistema economico all’amministrazione della cosa pubblica.

I Consorzi di Bonifica della Toscana, uniti nell’Urbat, hanno voluto essere presenti proprio per testimoniare il loro impegno nel rispetto e nella tutela dell’ambiente. Oltre a lavorare per la sicurezza idraulica del territorio e per combattere fenomeni devastanti con le alluvioni e la siccità, i Consorzi di Bonifica della Toscana sono infatti impegnati in una lunga serie di piccole ma importanti azioni a tutela della flora e della fauna dei corsi d’acqua. Le modalità di pulizia degli argini sono state progressivamente adeguate alle esigenze ambientali, in modo da rispettare i tempi di nidificazione e riproduzione degli animali. Sempre i Consorzi hanno inoltre lanciato una campagna di distribuzione delle bat-box, casette concepite per favorire la riproduzione dei pipistrelli e combattere così, in modo naturale, la presenza delle zanzare. Nella stessa direzione vanno anche le azioni di ripopolamento ittico, tramite avannotti, dei corsi d’acqua, in modo da garantire un naturale effetto larvicida e i progetti per nuove piste ciclbili. Piccoli e grandi gesti che stanno rendendo sempre più vivibili, oltre che sicuri, i corsi d’acqua della nostra regione.

In Toscana sono attivi 13 Consorzi di Bonifica e 8 Consorzi interregionali, articolati su 41 comprensori. I Consorzi gestiscono in totale ben 2302 opere idrauliche e casse di espansione per il contenimento delle acque, oltre 60 impianti idrovori e operano grazie al lavoro di tecnici e operai esperti, agendo su un totale di 10.951 chilometri di canali e su una superficie irrigua consortile di 9.571 ettari. Per informazioni: www.urbat.it.

 

Comunicato e foto anche su www.etaoin.it. Grazie per lo spazio che potrete concederci e a presto, 

  

Lisa Ciardi

etaoin media & comunicazione

Ufficio stampa Urbat

339.7241246

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl