Non conventional Marketing: intervista a Doctor Guerrilla per marketing web tv

03/giu/2010 11.10.03 Maria Esposito Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

<!-- @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } A:link { so-language: zxx } -->

Lunedì prossimo sarà on line l'intervista ad un giovane creativo, Dr Guerrilla, esperto di marketing non convenzionale e co-responsabile dell'ufficio propaganda di un partito politico italiano. Racconta come risponde l'Italia a questo tipo di campagne e quali sono le motivazioni del suo “mascheramento”.

 

Questa settimana Marketing Web TV propone l'intervista a Doctor Guerrilla, famoso in ambito pubblicitario per l'originale mise: avatar digitale con mascherina da chirurgo e identità nascosta. Si propone alle agenzie pubblicitarie italiane in modo del tutto originale: mandando finti organi umani, impacchettati come appena usciti da una macelleria, proponendoli come idee creative al servizio delle agenzie. Serve un'idea geniale? Ecco un cervello! Serve una mano per una strategia creativa? Ecco una mano appena impacchettata! Il suo messaggio vuole anche sottolineare, tuttavia, la situazione attuale in cui i giovani italiani spesso purtroppo si trovano: le loro idee creative trattate talvolta come “carne da macello”, intere generazioni di precari che faticano a farsi strada nel mondo del lavoro. L'Italia, risponde decisamente bene a questo tipo di comunicazione, la sua Fan Page su facebook cresce a dismisura, le agenzie apprezzano le sue trovate creative, e anche se in Italia sono ancora poche quelle che si dedicano a questo tipo di comunicazione, non conventional marketing, viral, a suo parere siamo ormai ad una svolta rispetto alle vecchie teorie sulla comunicazione, tutto ciò grazie al nuovo web 2.0.

Doctor G si propone sempre con il viso coperto, nascondendo quindi la sua identità, il motivo di tale scelta è dovuto alla sua doppia personalità – guerrigliera e passionale quella creativa, moderata ed attenta la sua personalità politica. Il suo lato creativo, inoltre, preferisce dare preferenza alle sue creazioni, evitando di apparire in prima persona.

 

L'intervista, realizzata in modo inusuale e divertente proprio per essere in tema con l'intervistato, procede parlando di operazioni di Guerrilla meglio riuscite in Italia e all'estero. Doctor G sostiene che la migliore operazione in assoluto sia la leggenda del mostro di Lochness: gli investimenti iniziali confrontati al risultato finale (un business che continua a portare vantaggi in molti settori, dal turismo al cinema) fanno della famosa leggenda l'operazione di marketing meglio riuscita.

 

Tema dell'intervista è stato anche il concetto di comunicazione politica, come e quanto quest'ultima sia mutata da parte dei partiti politici italiani, visto che oltre ad essere un creativo, Doctor G è anche coordinatore dell'ufficio propaganda di un partito politico italiano. Ci avviamo, a suo parere, verso un percorso in cui si sta modificando il modo di fare comunicazione politica. La democrazia partecipata che si vede sul web è il segnale evidente di questo cambiamento, o meglio rivoluzione, termine a lui familiare. Il suo auspicio è che questa libertà porti ad una maggiore compartecipazione, sia per quanto riguarda la costruzione di contenuti sul web, sia sulla costruzione della stessa “cosa pubblica” - la politica. Esiste tuttavia una resistenza naturale da parte della politica verso i nuovi strumenti di marketing, cambiamenti che tuttavia non possono essere fermati.. dato che sono già sotto i nostri occhi!

Non perdetevi la bizzarra intervista che sarà on line Lunedì prossimo qui www.marketingwebtv.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl