LE DROGHE LA MENTE E LO SPIRITO UMANO

Nei termini più semplici possibili, quindi, tutto ciò che ha messo a disposizione dell'umanità (come ad esempio il Programma di Purificazione) è stato originariamente sviluppato per rendere possibile la soluzione mentale e spirituale come viene definita in Dianetics e Scientology.

09/giu/2010 23.57.40 Chiesa di Scientology di Milano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il problema dell’uso di droga è sempre preceduto da un problema del vivere Per ripetere la frase chiave: “Il mio interesse in queste verità piuttosto brutali non è nato solo con l’obiettivo di risolvere i mali fisici degli individui. Si è trattato piuttosto di una continuazione della mia ricerca iniziale che riguarda la liberazione dell’uomo in quanto spirito, occupandomi durante il cammino di qualsiasi ostacolo dovesse essere risolto”. Questa affermazione è enormemente significativa, e di fatto spiega per intero l’essenza dei metodi di recupero dalle droghe sviluppati da L. Ron Hubbard. Vale a dire che, alla fine, il problema dell’abuso di narcotici è un problema della mente e dello spirito, e non può essere interamente risolto a meno che non venga trattato di conseguenza. Nei termini più semplici possibili, quindi, tutto ciò che ha messo a disposizione dell'umanità (come ad esempio il Programma di Purificazione) è stato originariamente sviluppato per rendere possibile la soluzione mentale e spirituale come viene definita in Dianetics e Scientology. A sua volta, tale soluzione coinvolge il miglioramento dell’uomo come essere immortale e spirituale. È un concetto dichiaratamente audace, e può non apparire di rilevanza immediata a un mondo dove ci sono dodicenni che scambiano il Ritalin ricevuto a scuola con il Prozac sgraffignato dall’armadietto delle medicine della madre, e quattordicenni che vendono se stessi nei parcheggi in cambio brown o di coca colombiana. Tuttavia, rimane il fatto che, che si creda o meno, tutto ciò che abbiamo esaminato sino ad ora tutto questo è il risultato di un’equazione spirituale o ne indica l’esistenza. Mentre, al contrario, tutto il consumo di droga è il risultato di un’equazione materialistica dove ogni cosa che pensiamo e sentiamo è vista solo come una conseguenza di ricombinazioni chimiche. Da ciò, l’implicita argomentazione farmaceutica: se le nostre vite sono imperfette, vediamo di interferirvi con la chimica. È incidentale il fatto che la comunità medica e scientifica, generalmente materialistica, abbia adottato con molto entusiasmo i metodi di L. Ron Hubbard per ciò che quei metodi offrono in fatto di risultati puramente fisici. (il testo è tratto dalla rivista Risanare una Civiltà Intossicata dedicata alle scoperte di L Ron Hubbard sul soggetto)
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl