ILLEGGITTIMO IL BANDO DEL COMUNE DI MATERA PER L'ASSUNZIONE DI UN INGEGNERE

ILLEGGITTIMO IL BANDO DEL COMUNE DI MATERA PER L'ASSUNZIONE DI UN INGEGNERE Comunicato Stampa ILLEGGITTIMO IL BANDO DEL COMUNE DI MATERA PER L'ASSUNZIONE DI UN INGEGNERE NELL'AREA TECNICA.

17/giu/2010 13.44.39 Martemix Press & Design Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

logo%2520architetti%2520mt%20copia

Comunicato Stampa

 

ILLEGGITTIMO IL BANDO DEL COMUNE DI MATERA PER L’ASSUNZIONE DI UN INGEGNERE NELL’AREA TECNICA. CHIESTA LA REVOCA IMMEDIATA

Discrimina la figura dell’architetto e non risponde ai requisiti di legge.

 

In riferimento agli Avvisi pubblici del Comune di Matera per la selezione a tempo determinato di Dirigente di Area Tecnica rivolto ai soli Ingegneri, l’Ordine degli Architetti con una nota tempestivamente inviata al Segretario Generale, al Sindaco e all’Assessore ai Lavori Pubblici ha osservato e rilevato l’illegittimità del bando che discrimina la figura dell’Architetto.

           

Infatti, alla luce delle normative comunitarie in materia e del nuovo Codice per i Contratti Pubblici riguardo ai requisiti per la partecipazione agli avvisi pubblici essi devono essere formulati nel rispetto dei principi di non discriminazioneparità di trattamentoproporzionalità  e trasparenza.

 

Secondo il Presidente dell’Ordine l’architetto Eustachio Vincenzo Olivieri “l’avviso pubblico emanato dal Comune di Matera non risponde ai requisiti di legge in quanto introduce quale criterio limitativo per la partecipazione alla selezione di Dirigente di Area Tecnica il solo requisito del titolo accademico di Ingegnere discriminando la figura dell’Architetto che ai sensi dell’art.52 del R.D. n.2537/25 possiede competenze equivalenti a quelle dell’ingegnere”.

 

            “Inoltre” sottolinea Olivieri “la indicazione di uno solo tra i possibili titoli accademici congruenti, cioè solo quello di Ingegnere e non anche quello di Architetto, del pari indicativo di competenze scientifiche e professionali, è ulteriore ragione di ingiusta discriminazione violativa anche di diritti costituzionalmente presidiati”.

 

            E’ utile ricordare che la Legge n. 1395/1923, che ha istituito le due professioni di Architetto e Ingegnere, al successivo regolamento che ha fissato i rispettivi campi di attività ( R.D. 2537/1925) all’art.52 sancisce che “formano oggetto tanto della professione di ingegnere quanto di quella di architetto le opere di edilizia civile, nonché i rilievi geometri e le operazioni di estimo ad esse relative. Tuttavia le opere di edilizia civile che presentano rilevante carattere artistico e il restauro dei monumenti sono di spettanza della professione di architetto” anche se la “parte tecnica” può essere compiuta tanto dall’architetto quanto dall’ingegnere.

 

Riguardo al bando gli architetti materani hanno anche eccepito che nel valutare le esperienze curriculari dei candidati rispetto alla attività è opportuno fare riferimento all’intera attività professionale dei candidati e non all’ultimo quinquennio onde garantire all’Amministrazione Comunale la selezione su una base di candidati più ampia possibile.

 

Pertanto gli Architetti hanno chiesto immediata modifica del bando in maniera da prevedere l’inclusione, nella definizione dei requisiti di Dirigente di Area Tecnica al Comune di Matera, della figura e del titolo di Architetto, con conseguente riapertura dei termini per la presentazione delle candidature.

 

Matera,  17 giugno 2010

 

L’Addetto Stampa

Arch. Giovanni Martemucci

 

 

martemix_orizz via Passarelli 99  75100     Matera

0835/333321   ­333/8647076   info@martemix.com  www.martemix.com

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl