Basta a borse e occhiaie con i rimedi della nonna

Eppure, molte di noi ci si devono scontrare spesso.

31/mag/2010 21.22.11 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Possono essere il risultato di una notte brava o essere costituzionali, fatto sta che occhiaie e borse sotto gli occhi non stanno bene su nessun viso. Eppure, molte di noi ci si devono scontrare spesso. E se in superficie possiamo usare correttore e fondotinta, in profondità, cosa si può fare?

Questi inestetismi sono accentuati da situazioni di stress e disidratazione. Può quindi risultare decisivo seguire una dieta iposodica con molti liquidi (acqua, frutta, verdura), eliminare fumo e alcolici, fare bagni e massaggi rilassanti e dormire 7-8 ore ogni notte.

Non sempre è necessario ricorrere a un intervento chirurgico per essere più belle. Per attenuare i segni della stanchezza, i gonfiori e i le chiazze violacee, ci sono molti rimedi naturali. Dopo ognuno di questi trattamenti, è consigliato applicare un velo di crema idratante soft, che darà maggiore sollievo agli occhi pesanti.

Vediamo insieme alcuni suggerimenti.

Con i cucchiaini. Ogni ragazza dovrebbe prendere l’abitudine di conservare in frigorifero un paio di cucchiaini da tè. Così, all’occorrenza, saranno pronti per essere applicati sotto gli occhi per una decina di minuti. Se siete rimaste a corto di posate refrigerate, potete rimediare all’ultimo lasciando i cucchiaini nel freezer per 10 minuti e poi potrete usarli. E’ un trattamento shock, ma efficace.

Con il ghiaccio. Prendete 6 cubetti di ghiaccio e avvolgeteli in due fazzoletti di stoffa, che applicherete nella zona sotto gli occhi per una decina di minuti.

Con la patata. Prendi della mollica di pane e inzuppala nel latte freddo. Grattugia una patata cruda sbucciata e mescolala alla mollica. Applica il composto intorno agli occhi e tieni in posa almeno 15 minuti.

Con la camomilla. Fai un infuso di camomilla. Quando è freddo, bagna due dischetti di cotone e tienili sulle palpebre 5-10 minuti, per un effetto decongestionante. Funziona anche con acqua di rose, lavanda, malva, acqua termale e fiordaliso.

Con il latte. Imbevi due dischetti di cotone nel latte molto freddo. Applicali sugli occhi per una decina di minuti.

Con il cetriolo. Un grande classico, non efficacissimo, ma alla portata anche delle più pigre. Taglia due fette (alte 5 millimetri) da un cetriolo freddo di frigorifero. Appoggiale sulle palpebre per un quarto d’ora. Attenta a non aprire mai gli occhi, perché i succhi del cetriolo irritano le mucose.

Con l’olio. In una ciotola di acqua freddissima, aggiungi 5-6 gocce di olio alla vitamina E. Imbevi due dischetti di cotone e appoggiali sugli occhi, ripetendo l’operazione varie volte per 15 minuti. Così l’impacco sarà sempre freschissimo.

Con il nocciolo. Fai un infuso con 2 cucchiai di foglie di nocciolo lasciate a macerare 15 minuti in mezzo litro di acqua bollente. Filtra l’infuso e lascialo raffreddare, poi mettilo in mezz’ora nel freezer. Imbevi i dischetti di cotone nell’infuso gelato e applicali sugli occhi, tenendoli per 15 minuti.

Con le bustine di tè o camomilla. Qui ci sono varie correnti di pensiero: chi le preferisce usate e refrigerate, chi le usa nuove e ammollate, chi vuole solo il tè verde, chi solo la camomilla. Anche in questo caso, dipende dalle abitudini: se ti ricordi di riporre in frigorifero le bustine usate, avrai impacchi freschissimi e sempre pronti; se non bevi né tè, né camomilla (malissimo!) o se elimini subito l’usato, puoi immergere nell’acqua fredda un paio di bustine. Comunque, dovrai lasciare l’impacco fresco sugli occhi almeno 10 minuti.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl