comunicato stamoa Nicola Conte e Bill evans

14/apr/2005 15.43.44 Deposito Giordani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

DEPOSITO GIORDANI
VIA PRASECCO, 13
PORDENONE


presenta

Due appuntamenti da non perdere per gli appassionati di jazz:

GIOVEDI' 21 APRILE 2005
Apertura porte ore : 20:30
Inizio concerto ore: 21:30
INGRESSO: 15 euro

NICOLA CONTE JAZZ COMBO
con

DANIELE SCANNAPIECO
FABRIZIO BOSSO
PIETRO LUSSU
PIETRO CIANCAGLINI
LORENZO TUCCI
PIERPAOLO BISOGNO
CRISTINA ZAVALLON



VENERDI' 29 APRILE 2005
Apertura porte ore : 20:30
Inizio concerto ore: 21:30
ORE: 10.00
INGRESSO : 18 euro

BILL EVANS & SOUL GRASS BAND



Ecco le biografie

NICOLA CONTE JAZZ COMBO
Percorrendo la strada di Nicola Conte, sì, perché ne ha già fatta tanta!, sembra di tornare indietro nel tempo, verso la fine degli Anni Cinquanta e non solo perché è uno dei periodi musicali che lui ama in particolare, ma perché a quei tempi si cominciava a respirare il jazz in un modo diverso. Si cominciavano a scoprire musicisti, si ascoltavano i primi dischi stranieri, si respirava un¹atmosfera diversa, quella che poi si è ricreata al Fez di Bari, vera e propria fucina di idee, di persone, di scambi culturali. Da qui partono e si sviluppano le prime produzioni di Nicola Conte che fanno conoscere, in pieno movimento acid jazz, gruppi come il Paolo Achenza Trio, Quintetto X, Fez Combo, Intensive Jazz Sextet. Alcune di queste formazioni facevano riferimento alla scena appena citata, altre, come i Balanço, si sono evolute nella ricerca di sonorità strettamente legate alle colonne sonore, con la riscoperta di autori italiani come ad esempio Morricone e Piccioni, vere e proprie muse ispiratrici e altre ancora, come gli Street Jazz Unit, riprendevano in forma vocale, quel sound tipico della Blue Note. Il tutto per far capire la versatilità e l¹intelligenza di Nicola Conte, che stava trasmettendo in maniera misurata ad ognuna di queste sue produzioni, il suo vero grande amore, il jazz. In particolare, il suo modo di sentire il jazz è strettamente legato alla musica di fine Anni Cinquanta, inizio Anni Sessanta, anche di estrazioni differenti, come ad esempio tutti quei trii e quartetti dei brasiliani, che soprattutto dal punto di vista ritmico e della melodia, avevano una freschezza unica, anche se poi si trattava di armonie molto semplici, come il blues. Poi, escludendo i grandi numi tutelari come Davis, Coltrane, Silver, Blakey, Conte si rifà molto al jazz modale e ne ha fatto proprio una ricerca, sia perché è appassionato, sia perché è un collezionista di dischi e quindi eccolo buttarsi a capofitto alla ricerca di gruppi e personaggi meno conosciuti ai più, perché magari non avevano avuto la possibilità di incidere per grosse case di produzione o major per cui non avevano una grossa visibilità internazionale.
La sua passione per il jazz lo porta nella seconda, importantissima fase della sua carriera: ora siamo verso la fine degli Anni Novanta e in questo periodo nascono le produzioni più strettamente legate alla musica afroamericana.. Ecco venire alla luce i Jazz Convention, il Quartetto Moderno, il Rosario Giuliani Quartet e lo Schema Sextet: in queste produzioni, eseguite sempre nello stesso studio di Bari, ci sono quei musicisti che guarda caso oggi lo accompagnano, suonano le sue composizioni ed eseguono le sue creazioni e stiamo parlando, fra gli altri, di Fabrizio Bosso, Gianluca Petrella, di Lorenzo Tucci, Pietro Ciancaglini, Gaetano Partipilo, Pietro Lussu. Forte di queste esperienze Nicola decide che è giunta l¹ora di un album a suo nome, Jet Sounds, uscito nel 2000, elegante simbiosi di sonorità tipicamente italiane, legate al mondo del cinema e influenzate da jazz, bossa nova e psichedelia. Con questo lavoro Nicola prosegue parallelamente all¹attività di produttore quella di DJ, che lo porta a suonare in diversi club sparsi in tutto il mondo. Ma in questo frangente cresce anche la sua importanza come compositore e musicista e il momento della svolta è caratterizzato dal singolo ³New Standards², scritto assieme a Petrella, vera e propria dichiarazione d¹intenti sul suo immediato futuro.
Per un curioso gioco di rimandi, nel 2002 Nicola produce il disco di Rosalia De Souza, cantante dei mai dimenticati Quintetto X, uno dei primi gruppi a cui aveva dato la sua impronta. In Garota Moderna viene focalizzata la sensuale voce della Souza attraverso tredici tracce di ³bossa nova flavour².
Attraverso i remix ha sviluppato la ricerca sul suono con strumenti veri: l¹obbiettivo era quello di ottenere musica con lo stesso impatto dell¹elettronica, ma suonata acusticamente con la finezza del jazz anni sessanta. È riuscito ad ottenere, primo fra tutti, facendo risuonare i brani ai suoi musicisti, ritmi puramente jazz che diventano musica da club. I lavori per personaggi come Greyboy, Eli Goulart, Yoshinori Sunahara, Trüby Trio, Re:Jazz, Koop, The Dining Rooms, Sunaga t Experience, Five Corners Quintet e altri, sono fondamentali per capire il lavoro di Nicola Conte. Un esempio lampante si può ascoltare nell¹ultimo album degli Hi-Five, dove, accanto al brano originale, ci sono due versioni remixate da Conte, prima un arrangiamento per quintetto jazz, poi, in post produzione, con l¹aggiunta dell¹elettronica, una versione club. Questi sono i nuovi standard per il jazz moderno, con musicisti italiani, sui quali Nicola, insieme alla Schema Records, etichetta italiana che pubblica i suoi dischi, ha sempre creduto e investito con passione sulla loro capacità musicale. E ora penserà a quando si rigirava i vecchi e storici vinili della Blue Note, e mai avrebbe immaginato che in futuro su una di quelle copertine ci sarebbe stato il suo voltoŠ




BILL EVANS & SOUL GRASS BANDOMBO
Nel suo ultimo proggetto Bill Evans è riuscito a creare un'eccitante miscela di bluegrass, jazz e soul che lui stesso ha chiamato "soulgrass".. che dà il titolo anche al nuovo cd e alla nuova band.
Bill dice "E' una miscela di musica bluegrass veramente interessante. Ho sempre voluto suonare questo stile musicale ed ora che ho avuto la possibilità di poterla registrare e di portarle in giro suonandola. L'energia che riusciamo a creare con il banjo e dil mandolino è incredibile.Questo è vermanete qualche cosa di nuovo in cui l'ascoltatore puo' entrare a far parte.
L'audience infatti ho risposto con grande entusiasmo"

"Soulgrass" è un melting pot  per alcuni dei migliori musicisti jazz e di asbluegrass del mondo.
I pionieri del Bluegrass come Bela Fleck, Jerry Douglass e Sam Bush sono delle leggende nel mondo del bluegrass ed hanno dato contributi  forti che hanno portato il "soulgrass" ad altri regni.
Bill è riuscito a registrare il cd a Nashville (il centro del mondo per la muscia bluegrass).
"Tutti nello studio di registrazione era molto entusiasta di far parte del proggetto. Credo che tutti si siano resi conto del fatto che stessimo creando qualche cosa di nuovo ed innovativo. C'era un alto livello di rispetto tra tutti i musicisti che hanno preso parte alla registrazione.
Il senso di "soulgroove" di Evans e' molto evidente in molte tracce che sembrano condurre le canzoni ad un eccitante circuto di energia.

ancora una volta Evans dice "adoro un forte groove. E' qualche cosa che puoi trovare in tutta la mia musica. Con l'aggiunta di molti strumenti diversi all'americana, cerchiamo di creare un nuovo tipo di suono ritmico"

"soulgrass "dovrebbe essere realizzato in tutto il mondo la prima settimana di aprile 2005 sotto la nuova etichetta BHM.
Bill evans si esibirà prima in europa, seguirà con un tour negli stati uniti ed in Asia.

_________________________
ufficio stampa
DEPOSITO GIORDANI
TEL: 0434-208934
FAX: 0434-241044
EMAIL: ufficiostampa@depositogiordani.com
WEB SITE: www.depositogiordani.it

RISPETTIAMO LA TUA PRIVACY!
Siamo coscienti che e-mail indesiderate sono oggetto di disturbo, quindi La preghiamo di accettare le nostre più sincere scuse se questa mail non è di Suo interesse. La presente è inviata in copia nascosta e, a norma della Legge 675/96, abbiamo reperito la Sua e-mail navigando in rete, o da e-mail che l' hanno resa pubblica, o da e-mail ricevute, o perché Lei è iscritto al nostro indirizzario.
Se non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni, la preghiamo di cancellarsi rispondendo alla presente con oggetto CANCELLA.



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl