Intervista al CEO Rossella Lucangelo: 10 anni di marketing e comunicazione

01/lug/2010 11.32.26 Maria Esposito Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

<!-- @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } -->

Marketing WebTV ha intervistato Rossella Lucangelo, CEO della società di comunicazione integrata Pragmatika che da 10 anni opera nel settore. Si è parlato di posizionamento, di sviluppo della riconoscibilità e consolidamento della reputazione di imprese e brand.

<!-- @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } A:link { so-language: zxx } -->

Marketing WebTV ha intervistato questa settimana il CEO Rossella Lucangelo, che ha raccontato quali sono le attività imprescindibili che un'agenzia di comunicazione deve portare avanti per i propri clienti. Tra queste, fondamentali sono le media relations. È necessario infatti, avere un contatto diretto con la stampa: il posizionamento del brand e dei prodotti passano attraverso il sostegno dei giornalisti.

Nella sua esperienza ha avuto modo di lavorare per clienti che operavano su un mercato internazionale. Le principali differenze nel modo di fare marketing in Italia e all'estero riguardano il modo di recepire la comunicazione da parte dei mercati stessi. L'errore maggiore che spesso le agenzie fanno rispetto a clienti che operano in un settore internazionale, è quello di sottovalutare questa diversità, applicando lo stesso stile comunicativo in Italia e all'estero.

Lucangelo, durante la sua esperienza, ha assistito ai cambiamenti che l'affascinante materia ha avuto nel corso degli anni. Se prima le aziende partivano dal presupposto che il proprio prodotto/servizio fosse il migliore in assoluto, l'attuale forte trazione del mercato ha spinto le imprese ad una autoanalisi, dando alle agenzie di marketing e comunicazione la facoltà di analizzare il posizionamento del brand aziendale e la reale penetrazione sul mercato rispetto ai competitor.

 

Secondo Rossella Lucangelo, diversi sono i servizi che concorrono al successo dell'attività: oltre a PR, media relation e prodotti editoriali, c'è la consulenza marketing. Prima ancora di capire, dunque, quali sono le strategie e i canali da seguire, è importante proporsi come consulente per analizzare i valori, i plus che concorrono al successo dell'azienda.

Da qualche anno accanto ai tradizionali strumenti di marketing è sempre più diffuso l'uso dei social network.

Attorno a questi ultimi, come racconta Rossella Lucangelo, c'è la stessa attenzione che circa 10 anni fa c'era intorno ad internet: ci si chiedeva se questo strumento avesse effettivamente un futuro e in che misura poteva entrare nelle dinamiche aziendali quotidiane. Oggi è il social media ad attirare dubbi e perplessità. Tuttavia è uno strumento che le agenzie di comunicazione, così come i loro clienti, devono conoscere. È un mezzo fortemente diretto, ma è fondamentale affidarsi a professionisti, perché a differenza di altri strumenti di comunicazione, i social media possono essere governati solo in parte. I social media rappresentano uno strumento che permette di ridurre i tempi di affermazione di un'azienda sul mercato ma è importante saperne governare le conseguenze con professionalità, dato che anche i risultati negativi si affermano con la stessa velocità di quelli positivi.

Oggi ci sono un numero maggiore di stakeholders con cui l'azienda deve interfacciarsi, e diversi pubblici da cui può in qualsiasi momento partire uno stimolo negativo che vada a minare l'autorevolezza del brand. Fondamentale è dunque che l'etica dell'azienda sia tanto solida da avere la forza di confutare attacchi del genere.

Potrete seguire l'interessante intervista Lunedì prossimo sulla Marketing WebTV


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl