Comunicato stampa_Flavio Favero al Gellius: 2 luglio ore 18

Comunicato stampa_Flavio Favero al Gellius: 2 luglio ore 18 COMUNICATO STAMPA Dall'antica Opitergium a New York Per "I Sensi dell'arte" Flavio Favero racconta la sua "Grande Mela" al Gellius di Oderzo Sarà la "Grande Mela", quella immortalata e ritratta da Flavio Favero - fotografo e artista trevigiano - la protagonista del terzo appuntamento con "I Sensi dell'arte", seconda edizione di un evento espositivo dedicato all'arte veneta contemporanea ospitato dai prestigiosi spazi del Ristorante Gellius di Oderzo.

Allegati

07/feb/2010 09.08.38 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

Dall’antica Opitergium a New York

Per “I Sensi dell’arte” Flavio Favero racconta la sua "Grande Mela" al Gellius di Oderzo

Sarà la “Grande Mela”, quella immortalata e ritratta da Flavio Favero - fotografo e artista trevigiano - la protagonista del terzo appuntamento con “I Sensi dell’arte”, seconda edizione di un evento espositivo dedicato all’arte veneta contemporanea ospitato dai prestigiosi spazi del Ristorante Gellius di Oderzo.
La vernice, che vedrà la partecipazione anche dell’artista, sarà venerdì 2 luglio alle ore 18.

Protagoniste assolute saranno le fotografie di Favero, il cui sguardo ha magistralmente catturato prospettive e scenari metropolitani di inedita bellezza.
Veneto come tutti gli artisti della rassegna, Favero è riconosciuto sul panorama italiano e internazionale per la sperimentazione applicata alla fotografia.
L’artista insegue da tempo una ricerca personale volta ad analizzare territori, in particolare le grandi città, ma anche a studiare con introspezione situazioni ed eventi che caratterizzano il comportamento umano.

Perché New York? “Dopo lo stupore creato dalla sua stucchevole verticalità” rivela l’artista “ci si accorge che la vita newyorchese si svolge nei vari strati orizzontali. Contraddittoria spregiudicata, tavolozza di colori forti, striduli, armonici, frizzanti, unica e fiera nel suo essere, è come assistere ad un idilliaco incontro tra Dante Alighieri e Andy Warhol, tra Elisabetta I e Moana Pozzi. Quindi un intreccio di modernità, classicità, trasgressione che dialogando fra loro creano continue e suggestive visioni dell’essere e dell’apparire”.

“I Sensi dell’arte” uniscono alla vista il piacere dei suoni. Per allietare gli ospiti con raffinate atmosfere blues si esibiranno due artisti d’eccezione: Davide Drusian, una delle voci più apprezzate sul panorama blues italiano, e Cocco Marinoni, ex bassista della Tolo Marton Band che vanta collaborazioni con il mitico Lou Reed.

La vernice del 2 luglio sarà presentata dal critico Carlo Sala.
Seguirà un buffet dedicato, curato nella realizzazione e nella presentazione dallo chef Alessandro Breda, preziosa firma del Gellius e membro di giuria all’ultimo “Bocuse d’Or”.

La mostra resterà aperta al pubblico dal 3 luglio al 21 agosto.

Orari di apertura:
da martedì a domenica 10.30-21.30
Lunedì chiuso


 

Ufficio Stampa "Gellius-I Sensi dell'Arte"
Polaris Edizioni
Via Campo 18/f
32035 Santa Giustina (BL)
Tel. 0437 858465
fax 0437 888826
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl