Folkest 2010 - Il Folk sulla Drava.

La scelta delle location gioca un ruolo importante: ville, castelli, piazze antiche, parchi centenari sono la cornice naturale di Folkest, fino all'apoteosi finale nello scenario incantato della bella piazza gotica di Spilimbergo, con il suo castello denso di storia.

15/lug/2010 17.27.16 Cibbuzz Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
E' iniziata in questi giorni in varie località del Friuli Venezia Giulia e in Istria la trentaduesima edizione di Folkest. Il progetto artistico di Folkest nato nel 1979 come  un itineraio culturale, attraverso  le proposte  musicali  di ogni parte  del  mondo  coniugate alle bellezze  artistiche  e paesaggistiche   della  regione  Friuli Venezia  Giulia, è diventato negli anni il folk festival più importante dell’Europa meridionale, attirando un vasto pubblico selezionato proveniente  da tutta Europa.
Offre agli spettatori musiche prive di confini e definizioni.  Sempre  attento  alle  novità  e  alle  proposte   di  qualità,  Folkest  propone anche  quest’anno  un ricco programma  che andrà avanti fino al 3 agosto (4 giorni in più rispetto alle precedenti edizioni) e sarà in grado di miscelare  grandi ed emergenti artisti. La scelta delle location gioca un ruolo importante: ville, castelli, piazze antiche, parchi centenari sono la cornice naturale di Folkest, fino all’apoteosi finale nello scenario incantato della bella piazza gotica di Spilimbergo, con il suo castello denso di storia.
Questa edizione propone 49 artisti che si alterneranno in 34 località della regione oltre che a Capodistria e Crevatini in Slovenia. Tra gli artisti presenti Alan Stivell Band, Cristiano De Andrè, Simple Minds, Los Lobos, Alberto Grollo e molti altri. Per visionare il programma completo con date,  luoghi, ma anche informazioni in merito ad artisti e convenzioni sul dove dormire basta andare sul sito Folkest.com http://www.folkest.com
Importante la giornata del 30 luglio a Spilimbergo dove, in 3 piazze, suoneranno gli artisti di 5 nazioni che presenteranno il progetto “Drava, a river’s dream”. 
Il progetto Unesco prevede la partecipazione di un gruppo selezionato di artisti che scenderà il grande fiume su un barcone,  suonando nei luoghi della storia e della memoria, interagendo con le realtà locali, spingendosi di paese in paese, entrando nelle città, proponendo discussioni e provocazioni per riscoprire i cinque stati  attraversati dal fiume Drava.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl