A scuola e all’università con la tecnologia? Sì, con i prestiti personali.

Il primo, che non prevede spese iniziali né periodiche, eccetto le imposte aggiuntive dovute a operazioni di durata superiore ai 18 mesi, ha un piano di ammortamento con un TAN che parte dal 9,5% (con un massimo del 12,20%) e un TAEG di 10,40%.

26/ago/2010 16.46.24 Supermoney Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’ultima settimana di agosto è agli sgoccioli; ancora qualche giorno e prenderà il via il controesodo che riporterà la maggior parte dei vacanzieri dalle località balneari o dalla montagna alle consuete occupazioni. E sarà così anche per gli studenti, che su facebook stanno già facendo il count down in vista dell’inizio della scuola, previsto per il 14 di settembre, o gli universitari che si stanno preparando per i selettivi test di ammissione alle varie facoltà. E cosa c’è di meglio per cominciare un nuovo anno scolastico costellato di compiti, verifiche ed esami, che acquistare qualche prodotto tecnologico utile per lo studio, ma anche per il divertimento dei ragazzi?

Immaginiamo per esempio che uno studente voglia dotarsi di un computer portatile o un mac book per compiere le proprie ricerche in rete con la tecnologia più aggiornata possibile e che per lo svago decida di acquistare un i-pod, un e-book o magari uno dei nuovissimi i-pad. I costi potrebbero essere piuttosto alti, ma pagando in comode rate mensili potrebbero essere anche altrettanto accessibili. Esistono infatti dei prestiti personali pensati proprio per chi ha necessità di accessori hi-tech.

Attraverso il sistema di confronto dei prestiti di Supermoney è facile e veloce calcolare la spesa complessiva per l’acquisto di un portatile e di un oggetto tecnologico di quelli sopra citati, spesa che stimiamo non supererà complessivamente i 3000 euro. Prendiamo ad esempio una famiglia il cui richiedente (uno dei genitori che acquista per il figlio l’ultimo accessorio hi-tech) ha un contratto a tempo indeterminato e che decide di rimborsare il prestito in 48 mesi, ecco quali sono le offerte migliori per un finanziamento della durata di 48 mesi.

Si contendono il podio in fatto di convenienza il Prestito Zero Spese di Barclays e il Prestito Contante di Unicredit Family Financing. Il primo, che non prevede spese iniziali né periodiche, eccetto le imposte aggiuntive dovute a operazioni di durata superiore ai 18 mesi, ha un piano di ammortamento con un TAN che parte dal 9,5% (con un massimo del 12,20%) e un TAEG di 10,40%. L’intestatario del prestito pagherà una rata mensile di 75,4 euro per un importo totale rimborsabile in 48 mesi di 3617,7 euro.

La soluzione di Unicredit Family Financing presenta valori di poco maggiori rispetto a quello di Barclays. Vi sono delle spese di istruttoria iniziali e, anche in questo caso, le spese relative al superamento dei 18 mesi di durata per il prestito personale. Il piano di ammortamento in questo caso prevede un TAN del 9% e un TAEG che va da un minimo di 9,74% a un massimo del 10,46%. La rata mensile è di 75,4 euro per un importo totale di 3619,3 euro.

Infine, la medaglia di bronzo se la aggiudica il Prestito Classic di Elastys. Questo non prevede spese iniziali, ma solo spese di incasso rata mensili. Il piano di ammortamento è così organizzato: TAN dell’8,99% e TAEG del 10,86%. La rata mensile è di 75,9 euro per un importo totale di 3645,2 euro.

I prestiti indicati si rivolgono a tutte le categorie di lavoro, dai dipendenti fino ai pensionati, passando per i “lavoratori atipici”. Il costo medio si aggira tra i 75 e i 76 euro mensili, salvo spese aggiuntive da valutarsi caso per caso. Resta solo da scegliere quello che fa al caso proprio, in un click.

Leggi l’articolo anche su Chiarezza, l’osservatorio del risparmio di Supermoney.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl