Immobiliare USA, gli americani ripiegano sull'Italia

Ma gli americani si interessano al nostro Paese, cercando di acquistare una casa in Italia.

31/ago/2010 09.52.19 Cristiano P. Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nel 2010, crollo della vendita di case negli Stati Uniti. Ma gli americani si interessano al nostro Paese, cercando di acquistare una casa in Italia.

 

Nella classifica stilata dal portale di annunci immobiliari verso l'estero Gate-Away.com, visitato da più di 150 paesi del mondo, gli USA sono al primo posto tra i Paesi che hanno inviato più richieste per l'acquisto di una casa nel secondo trimestre di quest'anno, precedendo gli inglesi e gli olandesi.

Si evidenzia un + 98,91% del numero di contatti nel secondo trimestre 2010 rispetto allo stesso periodo del 2009, mentre c'è un + 31,18% nel secondo trimestre 2010 in confronto al trimestre precedente.

Un dato interessante che evidenzia come i compratori americani stiano cercando mercati alternativi a quello statunitense dove investire sul mattone.

Nel report emerge che ancora forte è l'attrattiva che esercita la Toscana, che occupa il primo posto nelle preferenze USA (quasi il 26%).

Recentemente, anche il presidente Barack Obama ha espresso la sua preferenza per la regione di Dante, in particolare, la zona intorno Firenze: si conferma, quindi, la costante ammirazione verso questo territorio.

A sorpresa, al secondo posto c'è la Liguria, con un 12,50% di richieste. Probabilmente, oltreoceano hanno apprezzato la bellezza dei suoi paesaggi e amato località importanti come Portofino e Santa Margherita Ligure. Apprezzate anche Umbria ed Abruzzo. Buon interesse anche per le Marche, ma lo spot con Dustin Hoffman e l'apprezzamento della rivista AARP che ha definito la regione "nuova Florida", potrebbero incrementare un forte rilancio.

Scendendo nel dettaglio del report, si scopre che gli americani preferiscono di gran lunga una casa piuttosto che un appartamento ( 59% contro il 28%). Netta preferenza per un immobile ristrutturato (63%) piuttosto che acquisire una casa da ristrutturare, mentre viene snobbata del tutto la presenza di una piscina: scelta dovuta probabilmente alla passione per i nostri mari.

In definitiva, pare che gli acquirenti americani si fidano più del mercato immobiliare nostrano piuttosto che quello domestico: negli Stati Uniti la crisi del mercato delle case è un grande problema pari a quello della disoccupazione, sul quale è necessario un intervento immediato.

info: http://www.gate-away.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl