COMUNICATO STAMPA GEM BOY

Spesso si trovavano a casa di Giacomo, il quale mentre strimpellava sulla tastiera, Carlo scriveva canzoni che prendevano in giro gli amici (Madda ovviamente era la vittima preferita), nacque così la prima schifezza "Amici fidati" (1992).

24/mag/2005 17.44.54 Virus Concerti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



UAGAMAMA
Via Fornace
Pordenone

presenta

SABATO 28 MAGGIO 2005
ALLE ORE: 23:00
GEM BOY IN CONCERTO

a seguire

DJ TINTI


Un po' di storia dei Gem Boy

Quante volte vi siete fermati a riflettere sull'ordine degli eventi che vi hanno portato a compiere determinate azioni e a conoscere alcune persone piuttosto che altre? Se ripercorrete con noi la storia dei Gem Boy scoprirete infatti che è tempestata di una serie di piccole combinazioni che "per un semplice caso" (per alcuni) o "per un gioco magico" (per altri) ha portato la band ad essere la realtà musicale di oggi.
Se volete capire esattamente come sono andate le cose, bisogna fare un bel tuffo nel passato. Era il 1988 quando Carlo, finito l'istituto d'arte, si mise in cerca di un lavoro. La sua forte passione in quel periodo erano i videogames, passione per la quale riuscì ad essere assunto a Bologna in una cartoleria. Questo negozio fu cruciale perché gli permise di conoscere il pazzo amico Madda, che a sua volta gli presentò il tastierista Giacomo. Spesso si trovavano a casa di Giacomo, il quale mentre strimpellava sulla tastiera, Carlo scriveva canzoni che prendevano in giro gli amici (Madda ovviamente era la vittima preferita), nacque così la prima schifezza "Amici fidati" (1992). E proprio su quella copertina disegnata con un pennarello che Carlo scrisse per la prima volta il nome "Gem Boy". Una tastiera con delle basi, un registratore portatile e un microfono, questa era la semplice formula del duo, formula che dopo le risate riscontrate nella compagnia, venne riproposta con la seconda cassetta dal titolo "Sappiamo noi" (1993). La tecnologia andava avanti e le tastiere e i suoni MIDI anche, quindi i Gem Boy non stettero con le mani in mano e si attrezzarono. Fu in quel periodo che Carlo conobbe Davide che allora suonava a tempo perso la batteria in un gruppo. Il fatto che Davide avesse una saletta adibita al "casino" con tanto di batteria portò Carlo a proporgli una sorta di incontro musicale. E così in un caldo pomeriggio in quella che sarebbe diventata la sala prove dei Gem Boy, per la prima volta suonarono assieme Carlo, Giacomo e Davide. Da cosa nasce cosa, il nuovo trio era sempre più affiatato e dopo un sacco di serate passate nei Karaoke di Bologna a cantare le canzoni audaci che scriveva Carlo, venne registrata la terza cassettina  "Cautelatevi" (1994). Quello che era nato come gioco si faceva sempre più passione e i Gem Boy cominciarono a mettersi alla prova componendo anche qualche pezzo interamente loro. "La mia donna è un'estetista" fu la prima, poi a seguire molte altre tra cui "Voglio farla finita", pezzo con cui si esibirono per la prima volta al concorso San Romolo (secondi classificati). Un mix tra brani inediti e cover rifatte venne proposto nella quarta cassettina "Sfigbusters" (1995). Questa serie di conferme diede fiducia e la loro partecipazione ad "Emergenza Rock" li portò ad essere conosciuti al pubblico bolognese e a trovare le prime date nelle feste di paese di Bologna e dintorni. Più volte capitò di suonare con i bolognesi "Rinascimento" che proponevano cover e brani loro.. La loro scissione portò Alex (batteria) e Siro (basso) nei Gem Boy (.. che sostenevano fossero un gruppo serio). Ora finalmente i Gem Boy erano una vero gruppo e concepirono "Orgia Cartoon", il demo omonimo pubblicato nel 1996. La Gem Boy mania cominciò a dilagare facendoli approdare alla prima esperienza discografica "Il triangolo nei bermuda" dove per la prima volta si illusero del successo. Contemporaneamente il batterista Alex venne sostituito da Max. I GB rimarranno con questa formazione per altri 4 anni. "Il triangolo nei bermuda" fu un flop, brani brutti musicalmente e poco divertenti rispetto alle cover che la gente continuava a richiedere sempre più spesso. Un po' avviliti da questa esperienza, i GB riprendono la vecchia strada lasciata con i demo tape di cover, proponendo una cassetta che li autocelebrava: "Gem Boy" (1997) in cui era presente quella che doveva essere la Orgia Cartoon 2, che poi Carlo battezzò "Feccia Cartoon".. In questo periodo compare anche un personaggio di nome Sdrushi, compagno di università di Davide, che comincia in sordina a collaborare con il gruppo mettendo a disposizione le sua capacità di elaboratore del suono. A seguire arrivò un altro demo-tape: "F.I.G.A." (1998) Cassetta che conteneva numerose hit di cui tutt'ora vengono riproposte come "Non dire mai" "Il babbo permissivo" e il "Grande Prato". Alle soglie del 2000 Carlo infilò una dopo l'altra le cover che li avrebbero resi celebri. Furono gli anni in cui vennero sfornate due chicchine di demo-tape "The Gem Boy's bitch project" (2000) e "Plagez" (2001) ed attraverso gli mp3 riuscirono a farsi conoscere, senza rendersene conto, in tutta Italia. Con un'ulteriore rimaneggiamento alla formazione realizzarono l'album "Internettezza urbana" (2002), un omaggio al mondo di internet, che racchiudeva numerosi testi estratti dal popolo anonimo della rete, vendendo 15 mila copie. Ma non è finita: ancora una volta i GB si trovano a dover rivoluzionare la formazione. Ma Max e Carlo coadiuvati dallo Sdrushi non demordono, preparano i pezzi per un nuovo album e, dopo aver provinato alcuni musicisti, si innamorano di due ragazzi di Modigliana (FC) J.J.Muscolo e Denis. Da li a poco nasce il progetto "Gem Boy Light" e in sordina viene fatta qualche serata di rodaggio in piccoli pub con una scaletta tutta nuova (da cui è poi sono stati poi estratti nei live ufficiali brani come "Pedalò" o "I film porno sono tutti uguali") . Nel settembre 2003 Davide e Siro lasciano ufficialmente il gruppo e vengono sostituiti da J.J.Muscolo e Denis. Per alcuni questo cambiamento è la fine dei Gem Boy per altri la rinascita per altri ancora solo un ennesimo cambiamento di formazione. Fatto sta che il nuovo gruppo con il 2004 si autoproduce ancora una volta un album dopo un periodo di gestazione durato più di un anno. "Sbollata" il disco che rappresenta una voglia di rivincita, una svolta a livello musicale e una conferma a livello di testi divertenti. Il resto è storia d'oggi.  

Con preghiera di pubblicazione e/o diffusione.
Grazie dell'attenzione.


_________________________
ufficio stampa
VIRUS CONCERTI
TEL: 0434-29001
FAX: 0434-243068
EMAIL: ufficiostampa@virusconcerti.it

RISPETTIAMO LA TUA PRIVACY!
Siamo coscienti che e-mail indesiderate sono oggetto di disturbo, quindi La preghiamo di accettare le nostre più sincere scuse se questa mail non è di Suo interesse. La presente è inviata in copia nascosta e, a norma della Legge 675/96, abbiamo reperito la Sua e-mail navigando in rete, o da e-mail che l' hanno resa pubblica, o da e-mail ricevute, o perché Lei è iscritto al nostro indirizzario.
Se non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni, la preghiamo di cancellarsi rispondendo alla presente con oggetto CANCELLA.






blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl