Tecniche per intervenire nei casi di edentulismo

Tecniche per intervenire nei casi di edentulismo Secondo i dati diffusi dal Dipartimento Prevenzione e Comunicazione del Ministero della Salute, oltre il 42% dei soggetti anziani (su un campione rappresentativo dell'area milanese) presenta edentulismo.

27/set/2010 09.35.09 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Secondo i dati diffusi dal Dipartimento Prevenzione e Comunicazione del Ministero della Salute, oltre il 42% dei soggetti anziani (su un campione rappresentativo dell’area milanese) presenta edentulismo. Questo fenomeno patologico è rappresentato dalla mancanza totale e parziale dei denti e colpisce in misura maggiore la popolazione anziana, anche se non risparmia i più giovani. Alla base della perdita dei denti possono esserci infatti diverse ragioni, che vanno dagli eventi traumatici fino alla carie e alla malattia parodontale. In questo senso quindi non va sottovalutata l’importanza di adeguati interventi di prevenzione, in particolare attraverso la pratica quotidiana di buone abitudini legate all’igiene orale.

Le diverse tecniche di intervento in caso di mancanza di denti contemplano protesi mobili (che si appoggiano ai denti residui o direttamente alla gengiva) o fisse (che consistono nella ricostruzione vera e propria del dente). La protesi fissa può utilizzare come proprio sostegno gli impianti. Le tecniche di implantologia dentaria consistono infatti nella creazione di radici artificiali dei denti attraverso delle “viti”: si tratta di piccoli cilindri metallici di diametro e lunghezza variabili, perlopiù in titanio in ragione della sua biocompatibilità, che si integrano – grazie a un processo che impiega alcuni mesi – all’osso grazie alla rigenerazione delle cellule di quest’ultimo (cosiddetta osteointegrazione).

Il vantaggio dell’implantologia dentaria consiste quindi in una maggiore sicurezza e durata della protesi, oltre al “guadagno” consistente nel fatto che un impianto non comporta interventi di riduzione dei denti adiacenti. Una tecnica efficace, che permette di riacquistare la funzionalità, masticatoria e generalmente estetica, del dente.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl