Golfo del Messico: esplode un’altra piattaforma

Golfo del Messico: esplode un'altra piattaforma Un'immagine del disastro della Deepwater Horizon L'incubo di un nuovo disastro ambientale ritorna nel Golfo del Messico: martedì mattina è infatti esplosa un'altra piattaforma petrolifera.

02/set/2010 18.56.24 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Un'immagine del disastro della Deepwater Horizon

L’incubo di un nuovo disastro ambientale ritorna nel Golfo del Messico: martedì mattina è infatti esplosa un’altra piattaforma petrolifera. Le notizie, frammentarie fino a questo punto, parlano di 13 persone catapultate in acqua e recuperate dai soccorsi. Sulle loro condizioni non ci sono ancora certezze.

Ad esplodere questa volta è stata la piattaforma Vermillion Oil 380 della Mariner Energy, al largo delle coste della Louisiana, che attualmente non stava estraendo petrolio né gas. Tuttavia, non è ancora escluso che anche questo incidente possa aver provocato una perdita di petrolio.

Il Golfo del Messico non trova pace. A soli 4 mesi dall’esplosione della Deepwater Horizon, che ha causato 11 morti e il peggior disastro ambientale della storia degli Stati Uniti, un’altra piattaforma nello stesso spicchio di Oceano ha fatto la stessa fine.

Fonti: New York Times.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl