comunicato stampa

09/ott/2010 14.37.59 Imago Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 


Educare con lo sport

Un patto di corresponsabilità fra ragazzi, adulti e istituzioni




Diffondere la cultura dell’educazione all’interno della pratica sportiva di bambini e ragazzi è uno dei motori che ha portato la Provincia di Gorizia ad intraprendere il progetto Educare con lo sport, rivolto ad istituzioni, amministratori politici, famiglie, società sportive che ha preso il via in questi giorni.

L’iniziativa, che è stata presentata per la prima volta ad un pubblico allargato ieri venerdì 08 ottobre ha diverse finalità, sia concrete che di ricerca, che si espleteranno nei prossimi mesi in un percorso guidato dalla supervisione del docente a contratto dell'Università di Trieste Franco Santamaria, coinvolgendo un campione rappresentativo degli attori sociali che animano i contesti sportivi dell’isontino. L’obiettivo finale sarà la stesura di un documento condiviso: il Patto di corresponsabilità fra ragazzi, adulti e istituzioni, prevista per gennaio 2011.

Questo progetto, che non ha precedenti in Italia, si candida a diventare un vero e proprio format, esportabile nelle sue caratteristiche teoriche e di applicabilità. Una sorta di “carta dei diritti e dei doveri”, che se capillarmente diffusa, potrebbe agire sull’operato di un gran numero di soggetti responsabili della formazione delle nuove generazioni, offrendo nuove cognizioni psicologiche ed educative capaci di rendere lo sport qualcosa di più che un passatempo, o di un’eterna palestra per l’esercizio della Perfezione.

L’iniziativa, nata nell’ambito dell’assessorato alla Sport della Provincia di Gorizia di cui referente è l’assessore Sara Vito, si distingue per una modalità di progettazione ed attuazione fortemente partecipativa. La ricerca alla base di Educare con lo sport seguirà un approccio qualitativo, con interviste a specifici focus group, (piccoli gruppi di 8-10 soggetti), sia minori che adulti, appartenenti a 3 aree territoriali della provincia. Nel periodo della raccolta dei dati verranno anche sentite le opinioni e i suggerimenti provenienti dai principali rappresentanti delle società sportive locali e dagli assessori allo sport di tutti i Comuni dell’area goriziana.

I presupposti dell’iniziativa si fondano sull’analisi di valori universali che distinguono le discipline sportive dalla mera competizione, sul piano personale, e dalla monetizzazione delle squadre e dei giocatori, sul piano sociale. La pratica sportiva contiene soprattutto dimensioni che possono essere considerate pedagogicamente utili, come lo sviluppo della socialità e della solidarietà, del rispetto per l’Altro e attraverso l’accettazione delle eventuali sconfitte e del successo dei compagni.

Il Patto che verrà realizzato può presentarsi oggi solo come un’architettura sommaria e ancora in itinere. Oltre che ad un corpus teorico, fornirà un elenco di piste concrete di lavoro utili a consolidare la valenza educativa della pratica sportiva all’interno delle famiglie, delle associazioni e della società nel suo complesso.


Ufficio Stampa

Imago Comunicazione Srl

www.ima-go.it

info@ima-go.it



 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl