Antitrust: in prima linea a favore della concorrenza

12/ott/2010 16.07.50 Supermoney Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Concorrenza uguale “condizione essenziale di un sistema competitivo e sano di libero mercato”, ma anche motivo dominante dell’operato dell’Antitrust. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, che ha festeggiato pochi giorni fa (il 10 ottobre) i suoi vent’anni di attività, cerca di fare un bilancio dei suoi quattro lustri di vita.

Lo fa attraverso le parole del suo presidente, Antonio Catricalà, arbitro sommo dell’ente che dal 1990 ha accresciuto le sue competenze fino a diventare un punto di riferimento nella tutela dei consumatori italiani. Vent’anni di successi, ma anche qualche sconfitta perché, come sottolinea il suo presidente, le corporazioni dei banchieri, degli assicuratori, dei petrolieri e dei monopoli pubblici locali non hanno intenzione di rinunciare ai propri privilegi. E allora è tutto un susseguirsi di dichiarazioni, smentite, lotte contro le lobby e i cartelli che impediscono l’instaurarsi di un sistema liberale moderno. E ancora polemiche, come è accaduto recentemente in merito all’eccessivo costo delle assicurazioni auto tra l’Antitrust e l’Ania.

Ma è cambiato qualcosa in questi anni sul tema della concorrenza? «È certamente aumentata, anche se non siamo ancora a livelli degni di un Paese industrializzato come il nostro» ha dichiarato Catricalà. «Siamo partiti in ritardo di cento anni sull’America, eravamo a zero: un Paese completamente monopolista. Ora stiamo uscendo da una situazione di vecchio monopolio statale che occupava quasi tutti i settori del Paese». L’Italia è ancora convalescente e «ci sono ancora passi avanti da fare – ha aggiunto il presidente dell’Antitrust – ma ci sono i germi della concorrenza».

La concorrenza è piuttosto diseguale nel nostro Paese a seconda del settore di riferimento. La liberalizzazione del mercato dell’energia è stata positiva secondo Catricalà, anche se la nostra carenza di fonti energetiche ci fa dipendere dai monopoli stranieri per il rifornimento di luce e gas e  attualmente il livello di concorrenza nel settore energetico è appena sufficiente. Va meglio il settore della telefonia mobile, mentre è insufficiente quello della telefonia fissa. Infine la concorrenza tra banche e assicurazioni segna uno dei dati più negativi secondo l’Autorità.

A questo proposito Catricalà si dice parzialmente deluso dalla sentenza del Tar per la non applicazione, da parte delle banche, della portabilità gratuita del mutuo. «Ma è una sconfitta parziale. Aspettiamo il 22 ottobre la decisione del Consiglio di Stato». L’Antitrust, in seguito alla segnalazione di alcune associazioni dei consumatori, ha infatti irrogato sanzioni a più di 20 istituti di credito che avevano orientato il cliente a scegliere la più costosa opzione della sostituzione invece della surroga o che avevano fatto pagare oneri non previsti dalla legge. Il Tar del Lazio ha però deciso di annullare l’intervento dell’Autorità in quanto non sussisterebbero provati indizi di una pratica commerciale scorretta. In attesa del ricorso Catricalà auspica anche che «il testo della legge sulla concorrenza [non ancora varata] sia approvato dal Consiglio dei ministri entro la fine dell’anno» perché tutto il mercato ne tragga giovamento.

Ma il compleanno dell’Authority è stato anche l’occasione per dar vita ai festeggiamenti avvenuti con una cerimonia davanti al Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, e celebrati con l’emissione del primo francobollo dedicato all’Antitrust. Un segnale beneaugurante di lunga vita all’ente che tutela il libero mercato e tutti i consumatori.

E se anche tu vuoi diventare un consumatore consapevole e desideri risparmiare, il sito Supermoney può aiutarti a trovare le offerte più vantaggiose per il tuo profilo di consumo per diversi prodotti quali mutui, Rc auto, prestiti, energia, telefonia e tv, conti correnti e conti deposito. Perché la piena concorrenza si realizza solo a fianco di un altro termine: il risparmio.

 

Leggi l’articolo anche su Chiarezza, l’osservatorio del risparmio di Supermoney.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl