stufe a legna o stufe a pellet?

19/ott/2010 22.11.05 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Se dobbiamo effettuare una nuova spesa per la casa e vogliamo saperne di più prima di andare effettivamente a comprare ciò che ci serve ormai abbiamo la facoltà di fare un per il web e cercare l’argomento di cui abbiamo bisogno. Oltre a farci un’idea dei prezzi sul mercato dell’oggetto interessato possiamo approfondire la nostra ricerca per aprirci a nuove possibilità. Se state valutando l’acquisto di una nuova stufa per esempio potete digitare le parole “Stufe legna” se volete optare per un acquisto tradizione, oppure “Stufa pellet” se volete ricevere un po’ di informazioni su impianti più moderni.

Il pellet è un combustibile ecologico che si ottiene dagli scarti di lavorazione del legname, la segatura esiccata e poi compresso in piccoli cilindri. Di conseguenza è più facile da trasportare e da conservare, oltre ad essere più pulito perché non produce polvere. Il suo potere calorifero è quasi doppio rispetto al legno. Le stufe alimentate dal nuovo materiale hanno bisogno di essere attaccate all’impianto elettrico perché sono gestite in modo totalmente automatizzato. Potrete accenderle e spegnerle con un semplice tasto, con un timer o addirittura in remoto, per esempio dal cellulare prima di tornare a casa. I dispositivi elettronici regolano anche l’intensità della combustione, la pulizia automatica e lo scarico delle ceneri.

I lati negativi di una scelta di questo tipo sono ovviamente un consumo ulteriore della corrente, una fiamma meno brillante rispetto al fuoco di una stufa a legna e un rumore continuo di fondo, che un impianto classico non produce, dovuto all’aspiratore che indirizza il fumo verso la canna fumaria.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl