Termocamini, una scelta alternativa

25/ott/2010 10.54.34 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’uso del gas in una casa normale comporta un dispendio abbastanza oneroso. Pensiamo ad una casa che utilizzi il metano per scaldare l’acqua che si utilizza giornalmente, per la cucina e per il riscaldamento di un appartamento di medie dimensioni. Se la famiglia è numerosa il consumo sarà moltiplicato e la bolletta ogni bimestre rappresenterà una spesa dura da affrontare. I rimedi possono essere diversi: cominciare a risparmiare cercando di stare attenti agli sprechi, magari mettendo una maglia in più in inverno e diminuendo il tempo in cui i termosifoni sono accesi, oppure trovare altre forme di riscaldamento, alimentate con materiali più economici.

Una scelta possibile potrebbe essere l’implementazione dei termocamini. Il meccanismo di questi impianti è simile alle stufe a legna ma è possibile utilizzarle come se fosse la caldaia del metano, quindi dirottare il calore prodotto per scaldare i termosifoni e l’acqua. Inoltre alcuni termocamini sono ad alimentazione ibrida, possono utilizzare quindi o la classica legna o il pellet. Quest’ultimo è un materiale ecologico ed economico ottenuto dagli scarti di lavorazione industriale, più leggero da trasportare e più pulito. Dotate di un focolare chiuso con un pannello di vetroresina e di un aspiratore, queste moderne stufe, sono anche più sicure perché impediscono al fuoco, al fumo e ai residui di invadere le stanze, conservando il fascino del fuoco intorno a cui radunarsi con tutta la famiglia. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl