Mutui: annullate le multe dell’Antitrust

Tutto era iniziato oltre due anni fa con una segnalazione dell'associazione Altroconsumo in merito a presunte scorrettezze perpetrate da 23 istituti di credito nei confronti di clienti che desideravano trasferire il proprio mutuo casa da una banca all'altra.

25/ott/2010 16.51.18 Supermoney Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

In questi giorni l’Antitrust, cha ha da poco festeggiato il ventennale, è alle prese con la sentenza del Consiglio di Stato che ha chiuso definitivamente il contenzioso che aveva visto l’Autorità garante della concorrenza e del mercato scendere in campo a favore di diversi mutuatari italiani.

Tutto era iniziato oltre due anni fa con una segnalazione dell’associazione Altroconsumo in merito a presunte scorrettezze perpetrate da 23 istituti di credito nei confronti di clienti che desideravano trasferire il proprio mutuo casa da una banca all’altra. Com’è noto, la Legge n. 40/2007 altimenti conosciuta come Decreto Bersani stabilisce la portabilità dell’ipoteca verso una banca diversa da quella presso la quale è stato acceso il mutuo perché offre condizioni migliori al cliente e soprattutto garantisce l’assenza di costi per il procedimento da parte del mutuatario.

Nell’agosto del 2008, dopo alcuni mesi di istruttoria, l’Antitrust giunse alla conclusione che la legge Bersani non era stata rispettata da diversi istituti di credito dal momento che le banche avrebbero indirizzato i clienti a sostituire anziché surrogare il mutuo, con costi onerosi per il consumatore. La surroga del mutuo infatti, questo è il termine tecnico del procedimento di traferimento a cui ci si riferisce, non comporta né spese notarili né costi aggiuntivi. Per questo motivo furono irrogate multe alle banche coinvolte per un totale di 10 milioni di euro, che già nel 2009 furono annullate dal Tar del Lazio, al quale si erano rivolti gli istituti di credito, perché i giudici non avevano riscontrato la presenza «di elementi univocamente indizianti la presenza di una pratica commerciale scorretta».

Ora, a conferma di quanto era già stato definito dal Tar un anno fa, è arrivato anche il respingimento del ricorso dell’Antitrust. Niente multe Antitrust alle banche perciò, ma una sentenza che difficilmente si concluderà qui, almeno a livello di dibattito pubblico.

Le associazioni dei consumatori, che hanno già fatto sentire la propria voce contro la sentenza, ritengono infatti importante sensibilizzare il consumatore rendendolo più consapevole delle proprie scelte, in tutti i settori di consumo, a maggior ragione in quello dei mutui, in cui è fondamentale avere a disposizione tutte le informazioni chiave per effettuare la scelta giusta. Un grande aiuto all’utente lo dà il sito Supermoney che con il suo comparatore consente di confrontare e scegliere - sulla base delle esigenze del consumatore - tra diverse tipologie di mutui a tasso variabile e a tasso fisso oltre alla possibilità di confrontare le migliori proposte per la surroga del mutuo nella pagina dedicata.

 

Leggi l’articolo anche su Chiarezza, l’osservatorio del risparmio di Supermoney.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl