Passare ai nuovi camini a pellet

Il pellet è un tipo di combustibile ottenuto dagli scarti di lavorazione del legno, ha un potere calorifero molto più alto, oltre ad essere più ecologico e più economico.

27/ott/2010 08.49.13 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Che ne pensate di ristrutturare la vostra casa di montagna? Ormai è molto tempo che l’avete comprata e necessita di una rinfrescata. Sapete già i lavori che saranno necessari per rimetterla a nuovo, gli impianti e gli elettrodomestici da cambiare, quali mobili sostituire e quali tenere al loro posto, magari riverniciandoli. A questo punto tocca ad uno degli aspetti che più caratterizzano l’appartamento che usate di solito d’inverno quando andate in vacanza per sciare: il caminetto.

Dovrete decidere se rinnovare completamente il focolare optando per una soluzione moderna o rifare semplicemente la pianta e le rifiniture del vostro classico e amato caminetto a legna. Se dei tradizionalisti infatti è meglio per voi affidarvi alla seconda opzione. Recarsi nei boschi per tagliare il legname, portarlo in cascina, sentire l’odore dei ceppi che bruciano sono dei piaceri che nessuno potrà togliervi. Una soluzione più pratica però potrebbe essere una stufa a pellet. Il pellet è un tipo di combustibile ottenuto dagli scarti di lavorazione del legno, ha un potere calorifero molto più alto, oltre ad essere più ecologico e più economico. La gestione è più pratica ma allo stesso tempo richiede il collegamento con l’impianto di energia elettrica perché presenta un sistema di tiraggio forzato con una ventola in continua attività. Il caminetto a pellet è leggermente più rumoroso ma più pulito perché il materiale durante il trasporto non produce polvere e presenta il focolare chiuso da un pannello di vetro resina quindi isolato dal resto dalle stanze. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl