Riscaldate la casa con una stufa a pellet

29/ott/2010 09.09.52 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ristrutturare la propria casa richiede un periodo in cui dovrete adattarvi in mezzo a polvere, gente in casa, spostamenti repentini di giacigli improvvisati e decisioni da prendere in un lampo senza potersi rilassare un attimo. Per questo cerchiamo di concentrarli in pochi giorni, provando a programmare ogni necessità e decidendo di includere ogni aspetto che ha bisogno di essere aggiornato. Tra queste è decisamente particolare la scelta di includere in casa, a meno che non abitiate in montagna, di un camino.

 

La prima cosa che dovrete decidere in questo caso e se scegliere un focolare dall’aspetto e da dal funzionamento moderno o un classico e amato caminetto a legna. Se siete tradizionalisti è meglio per voi affidarvi alla seconda opzione. Radunarsi intorno alla fiamma per accendere e ravvivare il fuoco insieme ai figli e raccontare storie intorno al fuoco sono dei piaceri che nessuno potrà togliervi.

Una soluzione più pratica però potrebbe essere una stufa a pellet (provate a cercare “stufa pellet” su internet per ulteriori informazioni). Il pellet è un tipo di combustibile ottenuto dagli scarti di lavorazione del legno, ha un potere calorifero molto più alto, oltre ad essere più ecologico e più economico. La gestione di questo tipo di impianti è più pratica ma allo stesso tempo richiede il collegamento con l’impianto di energia elettrica perché presenta un sistema di tiraggio forzato con una ventola in continua attività. Per questo il caminetto a pellet è leggermente più rumoroso ma più pulito perché il materiale durante il trasporto e lo stoccaggio non produce polvere e residui. Inoltre il focolare è chiuso da un pannello di vetro resina per evitare di mandare il fumo nelle stanze. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl