Sane e golose abitudini d'autunno

In questa stagione il nostro corpo si predispone naturalmente ai cambiamenti biologici ed è importante cogliere le opportunità che questo perìodo di transizione offre per un bel "tagliando".

02/nov/2010 09.37.23 Giuseppe Verdi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Anche in autunno l'equazione non vacilla: sani significa belli. In questa stagione il nostro corpo si predispone naturalmente ai cambiamenti biologici ed è importante cogliere le opportunità che questo perìodo di transizione offre per un bel "tagliando". Che parte da un regime alimentare equilibrato e ben integrato.

Secondo l'Istat, negli ultimi anni si è registrato un aumento della popolazione in sovrappeso, che in Italia sfiora il trenta per cento del totale. Il problema, fino a quaLche tempo fa sottovalutato, figura tra le priorità del ministero della Salute e il punto cruciale è costituito da errori - quantitativi ma soprattutto qualitativi - nell'assunzione dei nutrienti. L'autunno offre verdure, ortaggi e frutti saporiti e con un pizzico di fantasia in cucina è possibile trovare il giusto equilibrio tra gusto, salute e benessere. L'alimentazione attuale, più o meno sempre simile nell'arco dei dodici mesi, porta spesso a non tenere nella giusta considerazione la stagionalità degli alimenti, mentre nella scelta di quanto portare in tavola è importante seguire i dettami della natura. In autunno, per esempio, con l'aumento del desiderio di piatti caldi, i cereali giocano un ruolo fondamentale assieme a verdure e ortaggi -come cavoli, zucche, carote e patate - poveri d'acqua e ricchi di sali minerali.

ATTENZIONE ALLE PERSONE PIÙ VULNERABILI

Quando cambia la stagione, si destabilizzano l'umore, la reattività e, dicevamo, il metabolismo. Buona norma è non rimandare, specie per quanto riguarda le fasce più a rischio della popolazione, come per esempio i bambini, gli anziani, i convalescenti o le persone particolarmente vulnerabili per problemi personali, le azioni dedicate a potenziare le difese dell'organismo, a sostenere il sistema immunitario, a combattere lo stress ossidativo e l'invecchiamento cellulare. Accanto ai cibi più indicati, nella difesa contro le patologie stagionali in alcuni casi può essere utile potenziare il sistema immunitario con integratori dedicati, opportunamente su consiglio del medico oppure del farmacista.

Anche dall'omeopatia possono giungere validi supporti, specie per quanto riguarda i bambini. L'omeopatia rappresenta un metodo terapeutico basato sul principio di cura delle matattie attraverso la somministrazione di una sostanza farmacologicamente attiva, in grado di produrre nella persona sana gli stessi sintomi che presenta il paziente. Questo presupposto è noto come "principio dei simili". Padre del termine "omeopatia" (dal greco omoios, cioè simile, e patos, malattia) fu il medico tedesco Samuel F. Hahnemann (1755-1843). Secondo i suoi principi la malattia è il risultato dell'attività di autodifesa dell'organismo e per potenziarla si usano rimedi provenienti dal mondo vegetale, minerale e animale che ne stimolano le capacità senza produrre effetti collaterali.

Anche in questo caso la parola chiave è "natura".

Antidecubito


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl