E-learning e sicurezza: l’Italia fanalino di coda in Europa

08/nov/2010 18.12.38 Ufficio Stampa Mega Italia Media Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comunicato Stampa

E-learning e sicurezza: l’Italia fanalino di coda in Europa

 

L’intervento di Mega Italia Media al convegno nazionale sulla formazione a distanza

 

“La formazione a distanza è una metodologia di formazione ormai ampiamente sperimentata ed affermata in diverse nazioni, che offre alle imprese un grandissimo vantaggio: quello di poter diluire nel tempo le sessioni formative, senza la rigidità degli orari di un incontro in aula, e quindi di consentire l’erogazione della formazione nei tempi e negli spazi più consoni al lavoratore e alle esigenze del ciclo lavorativo”: è quanto ha affermato Matteo Meroni, Consigliere Delegato di Mega Italia Media, un’azienda che dal 1988 produce e commercializza con successo corsi multimediali per la formazione sulla sicurezza sul lavoro.

 

L’occasione del suo intervento è stato il convegno nazionale “Formazione a distanza per la sicurezza” - organizzato da CNAI e AiFOS - che si è tenuto il 24 settembre 2010 a Desenzano del Garda e che ha sottolineato come una formazione capillare ed efficace sia lo strumento principale per ridurre in Italia il numero di incidenti sul lavoro in Italia. E la diffusione dei processi formativi si può avere proprio attraverso la formazione a distanza (FAD), che svincola l'intervento didattico dalla necessità della compresenza fisica di allievo e formatore, e attraverso l’e-learning, una metodologia formativa che sfrutta la rete di internet.

 

L’intervento di Matteo Meroni parte dall’urgenza di “fare piazza pulita di quelle aziende che stanno truffando altre aziende immettendo sul mercato corsi falsi che non prevedono alcuna didattica o, comunque, una didattica non controllata”.

E purtroppo l’iter degli accordi per la definizione delle metodologie e dei contenuti della formazione dei lavoratori, dei dirigenti e dei datori di lavoro - così come previsto dal Decreto legislativo 81/2008 - rischia di “prevedere una penalizzazione proprio per la formazione e-learning”.

“Una penalizzazione non motivata e anche anacronistica nell’attuale sistema del lavoro, soprattutto dopo che gli altri stati europei si sono mossi con grande rapidità e capacità nella definizione di politiche per la formazione in modalità e-learning”: a livello europeo l’e-learning è considerato il percorso strategico nel quali i governi dovrebbero muoversi per favorire la formazione nei luoghi di lavoro.

E se gli altri stati europei hanno fatto in modo che la formazione e-learning diventasse sempre più efficace e acquistasse il valore e la capacità formativa pari, se non superiore, alla formazione d’aula, in Italia “siamo ancora qui che arranchiamo tra regolamenti poco chiari, norme incomplete, procedure operative e metodologie mancanti”.

 

In Italia è invece già oggi possibile, come accade con i prodotti Mega Italia Media, realizzare piattaforme serie, performanti ed estremamente affidabili, basate sui quattro pilastri dell’e-learning:

- multimedialità: integrazione, nel percorso didattico, di diversi strumenti (video, presentazioni in diapositiva, documenti, test) per favorire una migliore comprensione dei contenuti;

- interattività: interazione degli utenti del corso con il tutor o con gli altri utenti del corso e interazione con i contenuti didattici presenti nella piattaforma per favorire percorsi di studio personalizzati;

- monitoraggio continuo dell’attività e del livello di apprendimento;

- rigido rigore didattico: l’utente è obbligato a seguire il corso interamente per accedere ai test di verifica che abilitano, se superati, il passaggio alla lezione successiva. È necessario rispondere correttamente ad almeno l’80% delle domande. E se si sbaglia un test, questo viene riproposto con nuove domande. Il corso è completato da un’esercitazione scritta che viene verificata dal tutor.

 

Le piattaforme di formazione on-line realizzate da Mega Italia Media sono oggi utilizzate da professionisti e da aziende di tutte le dimensioni per erogare ai propri dipendenti la formazione obbligatoria sulla sicurezza. E oltre ai corsi on-line, i videocorsi ed le video lezioni di uso generale, Mega Italia Media realizza anche prodotti video e multimediali sulla base di specifiche richieste aziendali e riferiti a specifici ambienti di lavoro o lavorazioni.

 

“Insomma”, conclude Matteo Meroni, “la formazione e-learning per la salute e sicurezza sul lavoro è estremamente efficace: consente una formazione corretta e completa senza bisogno di spostamenti dal luogo di lavoro; permette un miglior livello di formazione; consente un maggior controllo delle attività formative in termini di valutazione e di certificazione”.

 

 

 

Per informazioni sulle piattaforme on-line di Mega Italia Media telefonare al 030/2650661 o inviare una mail a info@megaitaliamedia.it. 

 

 

 

08 novembre 2010  

 

 

 

Ufficio stampa di Mega Italia Media

Responsabile: Tiziano Menduto  

ufficiostampa@megaitaliamedia.it   

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl