Firenze è la città dove l’acqua costa più cara

16/nov/2010 19.37.19 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Una classifica mette una dietro l’altre le città più care in base a due delle tasse più importanti che una famiglia si trova a sostenere: acqua e rifiuti solidi urbani. E fioccano le brutte notizie per i principali capoluoghi del Paese. In primo luogo, per il capoluogo toscano. Già, perché se per le case Firenze si può dire più economica di altre città che hanno prezzi quasi stratosferici (sia per gli affitti sia per le compravendite), per quanto riguarda il costo di alcuni servizi la situazione si capovolge.

Ecco i dettagli. In base al risultato di un monitoraggio relativo a 50 capoluoghi di provincia esaminati per gli anni 2008/2009, considerando il costo dell’acqua Firenze, Genova e Perugia risultano le città nelle quali l’acqua è più cara. Prendendo come riferimento una famiglia composta da tre componenti, la spesa annua per Firenze sarebbe di 317 euro, quella di Perugia è di 254,4 euro e quella di Genova di 248,8 euro. Dati molto distanti, ad esempio, dai 162,5 euro di Roma e dagli 81,3 di Milano, che risulta, per il prezzo dell’acqua potabile, la città più a buon mercato.

Se si considerano, invece, le tasse per i rifiuti solidi urbani, le classifiche subiscono significativi mutamenti. Per quanto riguarda questa tassa, le città più costose risultano infatti Cagliari, Milano e Palermo, rispettivamente con 330,4 euro annuali, 283, 2 e 281,9. La cifra sborsata a Cagliari, la città più cara, è addirittura superiore al doppio rispetto a quanto la succitata famiglia di tre componenti spenderebbe nella città più economica, ossia Campobasso, dove spenderebbe solo 130,7 euro.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl