ESTATE IN CITTA': VENERDI' 8 LUGLIO 2005

07/lug/2005 13.59.41 Virus Concerti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNE DI PORDENONE

IN COLLABORAZIONE CON
ASS. FESTA IN PIAZZA

VENERDI' 8 LUGLIO 2005
PRESSO POLISPORTIVO VILLANOVA

Progetto dal Titolo:       GIOCANDO SI IMPARA      

L'Associazione Festa in Piassa all'interno della Manifestazione ³Estate in Cittಠ presenterà un pomeriggio di Vecchi giuochi come ponte tra passato e presente  concludendo la serata davanti una tavola imbandita presso il Centro Sportivo di Via Pirandello n. 31 nel quartiere di Villanova.

Partendo dalla considerazione che ³giocando si impara², questo progetto mira, attraverso il gioco appunto, a creare un tessuto sociale coeso e ben integrato fra tutte le sue componenti. Il gioco diventa spunto per conoscere e conoscersi, per creare relazioni sociali all¹interno della propria realtà locale, per favorire un contatto con generazioni e culture molto diversificate tra loro.
Questo progetto si impernia sulla convinzione che solamente attraverso la conoscenza reciproca ci possa essere reale condivisione e integrazione, aspetti essenziali per un quartiere che pone al primo posto la qualità di vita dei suoi abitanti.

Obiettivo: Lo scopo del progetto è promuovere la comprensione intergenerazionale e interculturale nel quartiere di Villanova tra adulti (40+) e bambini (6-12 anni) nelle loro diverse culture e far nascere un¹interazione reciproca. La condivisione delle storie di vita degli adulti sarà lo strumento utilizzato che agirà come un catalizzatore per attività creative (giochi, disegni, foto) tra i bambini.

Le finalità del progetto sono le seguenti:
Permettere agli anziani di essere i catalizzatori per aumentare il legame sociale all'interno della comunità locale
Portare gli adulti nel centro estivo per condividere le medesime storie di vita quotidiana con i bambini di 6-12 anni
Integrare i bambini con le persone più anziane nella loro comunità, in modo tale da prevenire le malattie sociali del disadattamento, della solitudine e della emarginazione dei  concittadini
Catturare attraverso il lavoro dei bambini gli effetti creativi di questo scambio attraverso giochi, disegni, foto
Stimolare le riflessioni sulla qualità della vita e sulla prevenzione dell'esclusione sociale (cittadinanza attiva, partecipazione sociale, ecc.)
Favorire la partecipazione ed integrazione alla vita del quartiere coinvolgendo la comunità in tutte le sue componenti (parrocchia,Centro Anziani,attività commerciali del quartiere ecc.)
Promuovere un'educazione interculturale e incoraggiare la comprensione reciproca

Risultati attesi:
La Comunità
Il potenziamento del rispetto reciproco tra le due generazioni rafforzerà la coesione sociale locale e affronterà l¹inclusione sociale riducendo l'isolamento degli adulti;
I bambini conseguiranno la conoscenza della storia della loro comunità locale e degli individui all'interno di quella comunità che preparano la loro rete sociale locale;
Ciascun membro del quartiere sarà messo in contatto con nuove realtà culturali ed amplierà le proprie conoscenze, aumentando, così, la coesione all¹interno della comunità;

Programmazione:
Ricerca sul territorio per l¹individuazione delle diverse realtà presenti
Individuazione dei giochi di ieri, dei nostri nonni, e i giochi d¹oggi anche appartenenti alle culture dei nostri nuovi concittadini
Coinvolgimento degli animatori del centro estivo
Incontro tra persone di diverse età e culture con i bambini del centro estivo
Preparazione ed attuazione dei giochi
Serata conclusiva tra giochi spaghetti e una fetta d'anguria

Soggetti previsti:
Coinvolgimento da parte dell'Associazione Festa in Piassa dei centri di aggregazione esistenti in quartiere, come il Centro Estivo parrocchiale, Boy Scout, Centro di aggregazione giovanile, Centro Anziani  ecc.

Realizzazione:
Durante il centro estivo, che si terrà presso il Centro Sportivo di Via Pirandello nel quartiere di Villanova, ci saranno dei momenti dedicati allo scambio intergenerazionale e interculturale che vedranno coinvolti gli anziani, i nuovi concittadini e i bambini. Questi incontri verteranno sulle modalità di gioco nei tempi passati e in altre culture.
La manifestazione sarà promossa dall¹Associazione Festa in Piassa nella giornata del venerdì  8 luglio 2005 , il tutto si svolgerà dal tardo pomeriggio per concludersi nella serata.
Nella stessa giornata  verrà inaugurata una mostra fotografica dal tema ³Vecchi giuochi, un ponte tra passato e presente²  che si concluderà con la premiazione durante la festa agostana nella giornata del 25 Agosto 2005.

_______________________________________________________________________

COMUNE DI PORDENONE
IN COLLABORAZIONE CON

VENERDI' 8 LUGLIO 2005
ORE: 18:30 STORIE IN ROSSO AL  CASTELLO

CARLA MANZON E ANNAMARIA MANFREDELLI

PROPOSTA DI LETTURE DA TENERSI AL CASTELLO DI TORRE  

"Mi è capitato recentemente di assistere allo spettacolo ³Streghe si nasce² di Silvia Lo Russo, e sono entrata all¹interno del Castello di Torre. A noi gente di teatro capita spesso e volentieri di vedere in luoghi così suggestivi la possibilità di allestimento di spettacoli o letture. Per l¹appunto, durante la visita del ³nostro² meraviglioso luogo appena restaurato, ho ³visto² la possibilità di effettuare nelle varie sale del castello una serie di letture dedicate  all¹amore e ai delitti passionali che questo luogo ha ispirato a vari autori della letteratura italiana ed  europea (Dante, Boccaccio, etc.) inframmezzate anche da un  breve percorso che illustra la storia dello stesso Castello (una sorta di visita guidata storico - letteraria, insomma), da effetuarsi in più serate e con poco pubblico itinerante. Sarebbe bello, infatti utilizzare alcune sale del castello, come un itinerario letterario di grande rilievo facendo conoscere anche la bellezza del sito da poco riaperto Come Pordenonese verace sono orgogliosa dei pochi siti belli a noi rimasti e sarei doppiamente orgogliosa di avere la possibilità di lavorare all¹interno di un luogo così suggestivo con così splendide parole. Le serate dovrebbero consumarsi in un tempo massimo di una quarantina di minuti, a seconda dei vari brani da leggere, e presumendo una quindicina di spettatori al massimo. Chiaramente con un sì limitato numero di pubblico pensavo anche alla possibilità di replicare più volte le serate dando la possibilità a un numero più elevato di persone di partecipare all¹evento. Le letture diventerebbero quindi una splendida occasione per riascoltare parole ormai quasi dimenticate e valorizzare un luogo ai tanti (e includo me medesima) ancora poco conosciuto o del tutto sconosciuto. " CARLA MANZON


Ideatrice: Carla Manzon
curatrice del percorso storico letterario: Sig. ra Annamaria Manfredelli


__________________________________________________________________________

COMUNE DI PORDENONE

IN COLLABORAZIONE CON
CONTEMPO TRIO E FLAVIA CLUB

ORE: 21:00 PIAZZOLLA, PROFUMI DI TANGO
AL PARCO SAN VALENTINO
PRESENTANO


Ai confini del tango

Un Trio parigino tutto al femminile proveniente dall¹universo classico e contemporaneo, propone un omaggio sensibile e appassionato al tango argentino sulle orme di Astor Piazzolla.

Il corpus musicale dell¹ensemble é un linguaggio dai sapori ³moderni² e da un indiscutibile fascino proprio al tango La sua composizione classica e il suo approccio contemporaneo di convivenza fra ³colto² e ³popolare², costituiscono l¹originalità del gruppo.

Fra eredità e creazione,

In questo terreno la tradizione e la modernità sono ancora una volta protagoniste:  il bandonéon e la chitarra come indiscutibile emblema culturale, il violoncello come simbolo della nuova generazione del tango

Nell¹idea del Trio c¹é la volontà di andare oltre. Ne é testimone la collaborazione al fianco di compositori contemporanei quali: Atanas Ourkouzounov, Leonardo Sanchez, Rossano Pinelli, Simone Iannarelli, Gilbert Clamens, Jurgen Schwenkglenks...per ampliare i confini del linguaggio del tango.argentino.

..Tra «  tango sacro » e  « tango profano », il Trio opera  un  viaggio sonoro persuasivo e fascinoso, sanguigno e moderno.
L¹attenzione posta sulla sua rilettura sottolinea una vibrante passione dei suoi ritmi, la tristezza del suo pensiero, l¹eco dei sobborghi di Buenos Aires.

In continua evoluzione il  tango é, a ragione, una musica universale.

_________________________________________________________________________

COMUNE DI PORDENONE

IN COLLABORAZIONE CON
ASS. NE ARTI E MESTIERI  


8 LUGLIO ore  21:00
PORDENONE
Centro Storico

³LA LUNA BUONA²-Educazione sentimentale al vino
tra le osterie del centro con F.Arcelloni ed A. Russo ­ Ass.Piacenza Cultur Dom

In angoli suggestivi e androni sorprendenti del  centro storico di Pordenone, le osterie fungeranno da stazioni di un percorso di-vino in cui si narreranno le stagioni e si discetterà  dei  sapori  della bevanda più amata dall¹umanità .
Partenza con il pubblico dall¹osteria  Il Buso in piazzetta del Cristo..

______________________________________________________________________

COMUNE DI PORDENONE
IN COLLABORAZIONE CON

CULTURA E MUSICA CEM

ORE: 21:00
CONVENTO DI S. FRANCESCO


C¹era una volta il JazzŠ: FARAUALLA

Da qualche tempo stiamo assistendo ad un grande ritorno del canto jazz. Dall¹affermarsi di nuovi talenti alla riscoperta dei maestri, dall¹ondata dei musicisti pop che occhieggiano il jazz ai fenomeni commerciali ( ma non solo) come Norah Jones e Diana Krall, dalle molteplici contaminazioni etniche fino alla ribalta sanremese. Tutto un fiorire di cantanti che hanno di nuovo posto al centro dell¹attenzione di pubblico, operatori e critica la vocalità afroamericana in tutte le sue declinazioni e derive.
³C¹era una volta il JazzŠ² dedica l¹edizione 2005 alla voce con una serie di concerti che non mancheranno di stupire e appassionare.
Si comincia con il gruppo vocale ³Faraualla² tra musica antica, popolare e nuove contaminazioni nel segno della vitalità mediterranea e dell¹improvvisazione. Segue la romana Giuppi Paone accompagnata dal piano di Umberto Petrin con un intenso progetto dedicato alle poesie ³Mexico City Blues² del vate della Beat Generation Jack Kerouac.
Dopo la consueta parentesi con i gruppi emergenti il finale è affidato alla voce di Barbara Casini, raffinata interprete del repertorio brasiliano accompagnata, tra gli altri, da un musicista di casa nostra, il pianista Bruno Cesselli



_________________________
ufficio stampa
VIRUS CONCERTI
TEL: 0434-29001
FAX: 0434-243068
EMAIL: ufficiostampa@virusconcerti.it

RISPETTIAMO LA TUA PRIVACY!
Siamo coscienti che e-mail indesiderate sono oggetto di disturbo, quindi La preghiamo di accettare le nostre più sincere scuse se questa mail non è di Suo interesse. La presente è inviata in copia nascosta e, a norma della Legge 675/96, abbiamo reperito la Sua e-mail navigando in rete, o da e-mail che l' hanno resa pubblica, o da e-mail ricevute, o perché Lei è iscritto al nostro indirizzario.
Se non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni, la preghiamo di cancellarsi rispondendo alla presente con oggetto CANCELLA.










blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl