SABATO 23 LUGLIO: Bian Auger & Rudi Rotta al Music in Village

E' partita mercoledi' l'undicesima edizione del Music in Village, manifestazione musicale che nel corso degli anni ha sempre dimostrato una particolare attenzione per la qualità della musica live e che Sabato 23 luglio ospitera' due leggende del rock/blues europeo del calibro di Rudi Rotta e Brian Auger.

22/lug/2005 21.11.29 Virus Concerti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


MUSIC IN VILLAGE: DAL 20 AL 31 LUGLIO 2005
(in ricordo di Ixis)

E' partita mercoledi' l'undicesima edizione del Music in Village, manifestazione musicale che nel corso degli anni ha sempre dimostrato una particolare attenzione per la qualità della musica live e che  Sabato 23 luglio ospitera' due leggende del rock/blues europeo del calibro di Rudi Rotta e Brian Auger.


I concerti si svolgeranno come sempre gratuitamente in uno spazio confortevole dove oltre ad ascoltare della buona musica live, si puo' bere, mangiare e fare un po' di shopping negli stand del mercatino allestito per l'occasione.


AREA CAMPO SPORTIVO
VIA DELLE RISORGIVE
PORCIA (PN)

INFORMAZIONI: 0434-208934
APERTURA CHIOSCHI ORE 19:00
INIZIO CONCERTI ORE 21:00
SPETTACOLI ANCHE IN CASI DI PIOGGIA
WWW.MUSICINVILLAGE.IT


SABATO 23 LUGLIO 2005


RUDI ROTTA & BRIAN AUGER (UK)
Circa quarant'anni fa un giovane artista inglese intuì le enormi potenzialità di miscelare sapientemente jazz, funk e R'n'B. Il suo nome era Brian Auger ed è proprio alla musica di questo vecchio leone del rock a tinte jazz e blues che si unisce la chitarra di Rudy Rotta, diabolico chitarrista ormai celebre nell¹arco dell¹intero circuito blues mondiale, il cui stile aggressivo e disciplinato al tempo stesso, abbinato alla strepitosa velocità sulla sei corde ed alla voce graffiante, gli permette di raccogliere grandi soddisfazioni all¹estero nel corso delle sue partecipazioni ai Festivals europei più blasonati.
Due leggende del jazz-blues riuniti sullo stesso palco, un appuntamento da non perdere!


Rudy Rotta:

   
E' senz'altro uno dei più grandi talenti musicali a livello internazionale, con particolare riguardo al Blues e alle atmosfere che traggono ispirazione da questo filone musicale.
La carriera di Rudy Rotta si è sviluppata attraverso un percorso che non ha mai cercato le facili scorciatoie, ma si è confrontato con la durezza dell'esperienza "on the road". Il curriculum di questo artista è ricco di incontri e collaborazioni (Luther Allison, Jimmy Vaughan, Sugar Blue, B.B..King, John Mayall e numerosi altri), e vanta - primo italiano estraneo al panorama Pop - la realizzazione, da parte della Fender, di una chitarra Signature Model.
La sua produzione discografica, dopo un inizio caratterizzato da riferimenti ai grandi del Blues, si è sviluppata autonomamente su brani originali, nei quali è possibile ritrovare i grandi temi della vita, filtrati attraverso suoni e voce personalissimi. Il suo ultimo lavoro, dedicato ai Beatles, è di imminente pubblicazione, e non mancherà di stupire ancora una volta per l'originalità delle letture.


Brian Auger


Diversi anni fa in una terra lontana, un illuminato artista intuì l'enorme potenzialità di miscelare tra loro jazz, funky e r'n'b in nuovo ibrido musicale. La terra era l'Inghilterra, gli anni erano i primi '60 ed il musicista era Brian Auger. Il suo strumento favorito è sempre stato il classico organo Hammond B3 dal caldo, ricco ed inconfondibile suono, con cui ha forgiato uno stile personale che è un marchio di fabbrica insensibile all'incedere del tempo. Oggi dopo oltre trent'anni di inarrestabile carriera Brian ha costituito i nuovi "Oblivion Express" e registrato un nuovo album "Voices Of Other Times", combinando tra loro gli stessi elementi di un tempo ma che oggi può abbracciare come vecchi amici e sospingere in nuove direzioni. Brian Auger, organista Hammond di grande talento, inizia la sua carriera professionale a Londra nel 1963. Due anni dopo forma il gruppo "Steampacket" dei quali fanno parte personaggi quali Long John Baldry, Julie Driscoll e Rod Stewart. Nel 1967 con la stessa Julie Driscoll ha inizio l¹esperienza "The Brian Auger Trinity": la band riscuote un grandissimo interesse in Inghilterra e nel resto del mondo, pubblicano l'album "Open" e ottengono il primo posto nelle classifiche inglesi. Il successivo "Save Me" raggiunge la vetta anche nella classifica di vendite in Francia. The Brian Auger Trinity è il primo gruppo jazz-fusion a partecipare con grande successo ai più importanti festival jazz europei (Montreaux Jazz Festival e Berlin Jazz Festival). Il suo primo tour negli Stati Uniti è del 1969, occasione in cui presenta l'album "Streetnoise" che viene considerato da pubblico e critica americana il primo album Jazz Fusion. All'inizio dei '70 fonda gli "Oblivion Express", che guida fino al 1975 pubblicando diversi album di successo (tra cui "Closer To It" e "Straight Ahead") ed è protagonista di estenuanti tour in tutta Europa. Si trasferisce quindi negli U.S.A. dove continua l'attività artistica, alternando situazioni di session-man a momenti di notevole vena creativa.. Ritorna in Europa e all'inizio degli anni '90, dopo diversi episodi da solista, con l'amico Eric Burdon forma il gruppo "Eric Burdon & Brian Auger Band" che registra nel 1993 il doppio CD live "Access All Areas". Brian ha così una nuova svolta nella sua carriera che gli permette di ottenere ingaggi dagli U.S.A. al Messico, dal Giappone alla Svizzera. Dal 1995 investe le sue energie nei "New Oblivion Express", con cui pubblica l¹ultimo album "Voices of Other Times" e con cui tuttora continua la sua interminabile attività live in Europa.




_________________________
ufficio stampa
VIRUS CONCERTI
TEL: 0434-29001
FAX: 0434-243068
EMAIL: ufficiostampa@virusconcerti.it

RISPETTIAMO LA TUA PRIVACY!
Siamo coscienti che e-mail indesiderate sono oggetto di disturbo, quindi La preghiamo di accettare le nostre più sincere scuse se questa mail non è di Suo interesse. La presente è inviata in copia nascosta e, a norma della Legge 675/96, abbiamo reperito la Sua e-mail navigando in rete, o da e-mail che l' hanno resa pubblica, o da e-mail ricevute, o perché Lei è iscritto al nostro indirizzario.
Se non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni, la preghiamo di cancellarsi rispondendo alla presente con oggetto CANCELLA.











blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl