26 LUGLIO: PRESENTAZIONE EUROPEO DI AGOSTO CON IL VINCITORE NAPOLETANO

23/lug/2005 04.36.02 UFFICIO STAMPA FREELANCE Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

con preghiera di pubblicazione e diffusione a mezzo stampa

 

 

Tiro rapido, letteratura gialla in 911 minuti, è lo spin-off di Cinque Sensi d'Autore: un'iniziativa pensata per restituire emozioni grazie all'incontro tra i differenti linguaggi di importanti autori del panorama italiano ed internazionale con suggestioni musicali, visive ed enogastronomiche. Il nome evoca una sorta di viaggio tra i sensi a cui saranno sottoposti i partecipanti a queste serate: ogni incontro, oltre a stimolare la vista e l'udito con parole, musica e recitazione, sarà infatti accompagnato da un "aperitivo letterario" - con alcuni cocktails creati appositamente traendo ispirazione dagli scrittori o dai loro libri - e da un momento enogastronomico finale con raffinate degustazioni per solleticare il tatto, il gusto e l'olfatto. 

Porsche tocca ancora la letteratura, ma in modo nuovo: coinvolgendo l'arte della scrittura nel suo esprimersi, giocando con quei magici momenti in cui la creatività si manifesta e le intuizioni si trasferiscono dal cervello alla carta - o meglio, al monitor. Che cos'è dunque Tiro rapido? E' una selezione di aspiranti scrittori che si articola in cinque eliminatorie e una finale. Un gioco dunque, ma, come tutti i giochi che si rispettino, costruito su regole precise.

911 minuti (poco più di quindici ore) per scrivere un racconto di genere giallo/noir seguendo una traccia indicata dalla mente artistica di Tiro Rapido, Daniele Protti, direttore de L'Europeo.

 

  • Tutto ciò è quanto avvenuto durante le varie eliminatorie tenutesi presso i locali de la Cantina Bentivoglio a Bologna, il Caffè Pedrocchi a Padova, il Garibaldi Histoire Café a Genova, il Caffè Gambrinus a Napoli e la finale presso il Caffè Giubbe Rosse a Firenze che è stato testimone della proclamazione dei due vincitori a pari merito: il bancario napoletano Maurizio de Giovanni e la giovane padovana Angela Inferrera i cui testi saranno pubblicati sul N°4 2005-anno IV° di Agosto del bimestrale L’EUROPEO.

Martedì 26 Luglio 2005 alle ore 11 presso il Goethe Institut di Via Savoia a Roma, Daniele Protti presenterà in anteprima il numero de L’Europeo di Agosto dedicato alla cronaca nera e in particolar modo a L’ omicidio Ludwig&Co, vincolo base della finale vinta da Maurizio de Giovanni e Angela Inferrera. A raccontare i grandi casi della cronaca nera Valerio Evangelisti, Carlo Lucarelli, Marco Travaglio, Cesare Fiumi.

All’incontro con gli autori premiati e con gli autori vincitori delle varie selezioni, interverranno Goffredo Buccini, Michael Kahn Ackerman, Valerio Evangelisti, Michele Placido, Sandro Provvisionato.

Gli appassionati del genere potranno acquistare questo numero ‘a tema’ del bimestrale, in edicola,  a partire dal 29 Luglio 2005.

 

Il de Giovanni aveva superato la penultima tappa della selezione a Napoli il 13 Giugno 2005 tenutasi presso di Caffè Gambrinus con il testo L’omicidio Carosino che verrà pubblicato nell’antologia “Tiro Rapido” edita a cura di Porche Italia-Rizzoli insieme a I vivi e i morti, testo vincitore della finale  di Firenze.

 

Si allega foto del vincitore napoletano.

 

 

Nota Stampa

 

 

 

I giudizi di alcuni membri della giuria sul racconto di de Giovanni:

 

  • Ranieri Polese, giornalista del Corriere della Sera: “Noi della giuria eravamo tutti d’accordo sul fatto che de Giovanni è riuscito a dar vita a un personaggio complesso, abilmente descritto per sfumature. Altro elemento essenziale, soprattutto nella letteratura giallo/noir, è l’ambientazione, e de Giovanni ha saputo creare una bellissima Napoli anni ’20: leggendo pare di vederla, di sentirne l’odore”.
  • Gianrico Carofiglio, scrittore e pubblico ministero di Bari: “L’intreccio è decisamente buono, specialmente tenendo conto che tutto è stato scritto in 9 ore e 11 minuti. Il personaggio protagonista è interessante e mi sento di dire che, pur richiedendo un po’ di editing, potrebbe un giorno diventare il personaggio di un romanzo”.
  • Daniele Protti, direttore de L’Europeo: “Sono d’accordo con Carofiglio e Polese circa il valore del personaggio e dell’ambientazione. Aggiungerei che de Giovanni scrive bene, in modo assai scorrevole, tanto che la sua storia, pur molto dura, si legge con facilità e piacere”.

 

Gianrico Carofiglio è il vincitore del Premio Bancarella 2005 con

“IL PASSATO E’ UNA TERRA STRANIERA”

 

Ufficio Stampa Napoli:

Francesca Stefania Ferrara 338.4156856 francesca.stefania_f@email.it

 

 

 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl