Le telecamere wireless per i sistemi di videosorveglianza

03/gen/2011 19.10.31 Ale84 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Perchè scegliere un sistema di telecamere wireless per l’antifurto della propria casa Gli impianti di videosorveglianza con telecamera sono senza dubbio molto utili. Tuttavia, necessitano di elettricità per il loro funzionamento. Per risparmiare, si potrebbe optare per quelli alimentati a batteria, ma se desiderate sorvegliare la vostra abitazione 24 ore su 24, 7 giorni su 7, le cose si complicano. L’impianto elettrico, dunque, è essenziale. Ora provate a pensare a un certo numero di telecamere cablate sparse per tutta la casa, nonché al gran numero di fili elettrici a vista o a tutto il lavoro necessario – un vero e proprio rivoluzionamento dell’impianto elettrico – per piazzare le telecamere come e dove desiderato. Ecco perché un impianto wireless è più indicato allo scopo: ha comunque bisogno di elettricità per funzionare, ma solo la centralina sarà fissata a un attacco, le altre telecamere potranno essere sistemate dappertutto senza essere vincolate ai fili elettrici.

Come scegliere l’impianto di videosorveglianza più adatto alle proprie esigenze Attualmente, sono almeno tre le frequenze disponibili per il grande pubblico. Le più comuni sono 900MHz, 2.4GHz e 5.8GHz: i migliori sistemi di sorveglianza wireless sono quelli che sfruttano la frequenza più bassa, poiché sono quelle che riescono ad attraversare meglio pareti e oggetti, a eccezione del cemento e dell’acciaio, ovviamente. Esistono moltissimi modelli di kit videosorveglianza, disponibili in tutte le forme e innumerevoli stili. Ci sono sistemi wireless con micro-telecamere, le quali possono essere nascoste alla vista, ma molti consigliano di preferire videocamere più grandi e visibili, allo scopo di scoraggiare i malintenzionati. Le forme disponibili in commercio sono tantissime: le più comuni sono le telecamere “bullet”, dalla forma allungata, o le cosiddette “dome”, che ruotano a 360 gradi non lasciando nessun angolo scoperto.

Molte telecamere di videosorveglianza hanno dei sensori di movimento che consentono loro di attivarsi con gli spostamenti d’aria; ci sono poi le telecamere termiche, le quali funzionano anche in completa oscurità. con tutte queste opzioni a disposizione, la vostra unica preoccupazione dovrà essere come piazzare al meglio il vostro impianto wireless in casa, al fine di ottenere i risultati voluti. Affrettatevi! Non perdete altro tempo, potreste pentirvi. Questi impianti di videosorveglianza hanno un costo ridicolo rispetto ai benefici che ne potrete trarre. I prezzi partono da 100 euro per le più economiche fino a superare i 10 mila euro per le più evolute: in mezzo c’è di tutto, per tutti.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl