Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera 2007-2013

"Oltre la frontiera: occasioni di cooperazione" Con i suoi 700 km di lunghezza, per una superficie di circa 38.000 km² ed una popolazione di 4.181.879 abitanti, il territorio Italia e Svizzera, costituisce una delle frontiere esterne dell'Unione Europea e si trova in una posizione assolutamente centrale e strategica in Europa.

26/gen/2011 10.14.20 Ab Comunicazioni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

“Oltre la frontiera: occasioni di cooperazione”

Con i suoi 700 km di lunghezza, per una superficie di circa 38.000 km² ed una popolazione di 4.181.879 abitanti, il territorio Italia e Svizzera, costituisce una delle frontiere esterne dell’Unione Europea e si trova in una posizione assolutamente centrale e strategica in Europa.

Il territorio è coinvolto nel Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera 2007-2013, che con il nuovo anno si propone di attivare nuovamente progetti per rafforzare la cooperazione tra i due Paesi, dando concreta attuazione alle priorità strategiche dell'Unione Europea in materia di competitività e sviluppo sostenibile.

L’Autorità di gestione del Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera 2007-2013 ha di recente presentato nel corso di un evento svoltosi a Stresa (VB), il nuovo invito alla presentazione di progetti ordinari volti a migliorare la cooperazione nei campi dell’accessibilità, dell’innovazione, della valorizzazione delle risorse naturali e culturali e della condivisione di infrastrutture e servizi integrati al fine di accrescere la competitività, su scala sud-europea e mondiale, favorire l’occupazione e lo sviluppo duraturo.

Dopo i grandi risultati raggiunti nel precedente anno con riferimento alle tre priorità: Ambiente e Territorio, Competitività, Qualità della vita, al via una nuova serie di progetti che interesseranno diverse aree territoriali della Regione Lombardia, Piemonte, Provincia Autonoma di Bolzano, Regione Autonoma Valle D’Aosta e i tre Cantoni svizzeri del Ticino, del Vallese e del Grigioni.

Il Programma prevede circa 92 milioni di euro di finanziamento FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) e Nazionale Italiano, ai quali si aggiungono circa 8 milioni di euro di risorse elvetiche.

“Mi piace sottolineare – ha dichiarato l’assessore regionale Alessandro Colucci, titolare della delega per il Programma di cooperazione transfrontaliera di Regione Lombardia – l’importante occasione che, con questo ulteriore bando, si offre alle Comunità di frontiera Italo-Svizzere. Un programma di cooperazione strategico per il rafforzamento di una politica di sviluppo sostenibile, rispettoso dell’ambiente, dei territori e, nel contempo, attento ai bisogni di competitività, innovazione e della qualità della vita dei cittadini europei”.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl