Scandalo Wikileaks, l’informazione libera è solo online. Sbarca in Rete ma solo con Brand Reputation, strategia di Brand Monitoring

28/gen/2011 16.57.40 Cesare Sirius Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Le rivelazioni di Wikileaks hanno scandalizzato il mondo intero confermando ancora una volta l’autorità della Rete. Se ci si pensa bene è strano, Internet è il media più recente ma ha acquisto da subito autorevolezza, le informazioni in Rete sono percepite dalla maggior parte delle persone come vere, non a caso è presa a modello come dispensatrice di informazione libera.

Per un’azienda è molto importante quindi sfruttare tutti i benefici della Rete per comunicare con i propri clienti, ma un media così potente va disciplinato con azioni di Brand Monitoring. Web Reputation Management è la struttura che si occupa di brand monitoring con un servizio, Brand Reputation, creato appositamente per le aziende. Grazie a questo particolare servizio l’azienda ha a propria disposizione degli esperti del web marketing in grado di monitorare la reputazione del marchio online intervenendo nelle SERP dei principali motori di ricerca conquistandone, con siti costruiti ad hoc, le prime posizioni.

Web Reputation Management non è solo Brand Reputation, è la sola ed unica struttura in Italia, infatti, ad avere concepito oltre alla salvaguardia della Brand Reputation altri due servizi specifici, Vip Reputation, dedicato ai personaggi dello spettacolo e Reputazione Politica, per la tutela della reputazione online dei politici.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl