Licenziata per le foto provocanti su Facebook! Nuove esigenze per i professionisti di oggi, tutelare la propria reputazione online con i servizi dedicati di Web Reputation Management

15/feb/2011 17.30.52 Cesare Sirius Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

È una giudice federale l’ultima vittima del social network più famoso al mondo, licenziata per aver postato nella pagina del suo profilo personale alcune fotografie che la immortalano mentre beve in maniera provocante da una bottiglia di vodka. 

Tutelare la propria reputazione online è indispensabile per i professionisti dei nostri giorni che, tramite i Social Network, rischiano di sconfinare con il proprio privato nel lavoro e ritrovarsi licenziati o, addirittura, non assunti perché ritenuti poco credibili in base ad immagini, commenti e fotografie esposti nei loro profili online.

Web Reputation Management è la struttura che si occupa della salvaguardia della reputazione online, con servizi dedicati e specifici per le aziende, Brand Reputation, per i politici e gli uomini di Stato, Reputazione Politica e per i personaggi dello spettacolo e, più in generale, per le persone con un alto grado di visibilità, Vip Reputation,  tutti in un unico organismo, garantendo risultati concreti e riscontrabili nelle SERP dei principali motori di ricerca.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl