Inchiesta dell’Espresso: Massimo Bianconi pronto a collaborare con la Banca d’Italia

Inchiesta dell'Espresso: Massimo Bianconi pronto a collaborare con la Banca d'Italia.

17/feb/2011 17.50.15 Claudiapress Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Massimo Bianconi, direttore generale di Banca Marche, in risposta all’inchiesta
dell’Espresso dello scorso 11 febbraio, dichiara di aver agito sempre con la dovuta cautela
e nel rispetto della solidità patrimoniale dell’istituto e rinnova la propria assoluta
disponibilità a collaborare con la Banca d’Italia per chiarire la propria posizione rispetto ai
fatti.

Jesi, 16 febbraio 2011 – Con riferimento all’inchiesta “La Banca s’incricca” in
pubblicazione sul settimanale L’Espresso in edicola lo scorso venerdì 11 febbraio, il
direttore generale di Banca Marche sottolinea che l’indagine ispettiva della Banca d’Italia
in materia di antiriciclaggio, a cui si fa diretto riferimento nell’articolo, si è svolta in un
contesto di assoluta collaborazione con l’Autorità, senza che i fatti riportati possano essere
riferiti a persone e/o situazioni aziendali pregiudizievoli dell’integrità organizzativa e della
solidità patrimoniale e reddituale della Banca stessa.
Bianconi puntualizza, peraltro, che nessun esponente aziendale dell’amministrazione e
della direzione generale della Banca risulta coinvolto nei fatti inerenti l’inchiesta Anemone-
Balducci.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl