Il materasso di ultima generazione - le molle non desistono!

18/feb/2011 07.18.22 Ale84 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Se avete mai dormito su un materasso tradizionale a molle, sapete bene che non sono molto comodi e che la loro vita è abbastanza breve. Per combattere queste carenze, molti produttori hanno cercato in tutti i modi di rendere più confortevoli i propri prodotti senza rinunciare alle molle, magari racchiudendole singolarmente in dei sacchetti per rendere indipendente il loro movimento o, ancora aggiungendo spessi strati di imbottitura al fine di ridurre i punti di pressione. È grazie alla ricerca e all’innovazione che prodotti come i materassi dorelan, eminflex, permaflex o fabricatore possono ancora contare su un buon numero di utilizzatori. Tuttavia, sono state proprio la ricerca e l’innovazione ad aprire la strada ai materiali di ultima generazione e alle tecnologie votate a migliorare il comfort dei materassi, e sono state le stesse aziende a riconoscere la necessità di ampliare la propria offerta includendo anche materassi... un po’ meno tradizionali! Prendiamo ad esempio i materassi memory o i popolarissimi materassi in lattice.

I benefici offerti da questi materiali sono indubbiamente eccezionali e, soprattutto negli ultimi anni, essi hanno avuto un grande successo in tutto il mondo. Il lattice naturale e anallergico da una parte e il memory foam termo-sensibile e confortevole dall’altra, rappresentano l’ultimo traguardo nella fabbricazione dei materassi. Tuttavia, i costi di produzione, soprattutto per quanto riguarda il memory foam, sono molto alti, pertanto prodotti di questo tipo non sono economicamente accessibili a tutti. In più, posto che entrambi i materiali di cui stiamo parlando sono ottimi per combattere qualunque tipo di dolore articolare o muscolare, soprattutto all’altezza della schiena e nella zona cervicale, essi possono risultare troppo elastici e/o soffici per alcune persone. Come spesso accade, per non rinunciare al rigido supporto delle molle, né ai benefici offerti dal lattice o dal memory foam, molti preferiscono acquistare un top layer al posto dell’intero materasso. Ecco perché molte aziende hanno ben pensato di unire tradizione e modernità, meccanica e tecnologia, utile e dilettevole.

La scelta è stata senz’altro vincente, e consiste nel produrre dei materassi “stratificati” i quali contengono, in linea di massima, un’anima di molle rigide e una superficie integrata, non separata come nel caso dei topper, in lattice o in memory foam – a seconda dei casi. Questi materassi sono l’ideale per chi ha bisogno di supporto, vuole dormire serenamente e al contempo risparmiare un bel po’ di denaro!

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl