La Via della Felicità: educazione di convivenza sociale

Come già detto, lo scopo di questa distribuzione, voluta e patrocinata dalla Chiesa di Scientology dei Tre Laghi di Brescia, è di portare nelle mani delle persone uno strumento valido e semplice che aiuti a vivere una vita migliore.

08/mar/2011 22.06.03 Gabriele Casella Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Grande richiesta tra la gente

 

 

8 Marzo, non solo festa della Donna: oggi per Crema è stata anche un’occasione speciale per migliorare la convivenza sociale e civile, attraverso i precetti de “La Via della Felicità”.

 

Infatti questa mattina sono state distribuite circa 500 copie dell’omonimo libretto, tra i riconoscimenti e le richieste della gente.

Molti infatti hanno richiesto ulteriori copie da distribuire ad altre persone, a conseguenza di una lettura veloce del libretto.

 

Come già detto, lo scopo di questa distribuzione, voluta e patrocinata dalla Chiesa di Scientology dei Tre Laghi di Brescia, è di portare nelle mani delle persone uno strumento valido e semplice che aiuti a vivere una vita migliore.

Questo è di fatto stato anche l’auspicio dato da molti: tornare a vivere una vita come una volta, hanno detto in tanti, con le tradizioni di amicizia e aiuto che esistevano nel passato, quasi che oggi non siano più possibili.

 

La società odierna, frenetica e caotica, dà infatti l’impressione che i rapporti amichevoli e il sostegno tra famiglie non sia possibile, e neppure più ricercato.

 

Con “La Via della Felicità”, chiunque può ripristinare i valori “di una volta”, le amicizie e il sostegno reciproco che i cremaschi hanno richiesto, in modo semplice e diretto. Per citare una parte dell’Epilogo del libretto, scritto da L. Ron Hubbard, si potrebbe scrivere:

“A volte ci si può sentire come foglie trascinate dal vento, ci si può sentire insignificanti come un granello di sabbia lungo una strada sporca. Ma nessuno ha mai detto che la vita era una cosa calma e ordinata; non lo è. Una persona non è una foglia secca, né un granello di sabbia: una persona può, in misura più o meno grande, tracciare il proprio percorso e seguirlo.”

 

F i n e

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl