Jazz medio-orientale e musica klezmer

Jazz medio-orientale e musica klezmer

19/set/2005 23.26.16 media_round Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

FLAIANO IN MUSICA

Dal 20 settembre al 2 ottobre (ore 21)

 

Teatro Flaiano  Via S. Stefano del Cacco 15  Roma  Tel. 06 6796496

www.ennioflaianoteatro.ilcannocchiale.it

 


Il programma della stagione 2005-2006 del Teatro Flaiano inizia quest’anno con una rassegna musicale che spazia dalle radici della musica tradizionale (grika, klezmer, medio-orientale, bretone, paraguayana, etc.) fino alle più recenti contaminazioni, toccando qua e là la musica classica e il jazz. Il programma inizia il 20 settembre con un grande di questo genere, Danilo Rea, un artista che ha collaborato con Chet Baker, Lee Konitz, Steve Grossman, Bob Berg, Michael Breker, Billy Cobam… Il 21 settembre il gruppo

Ifonissu Project presenterà canti religiosi e d’amore grecanici tramandati da padre in figlio in alcuni paesi del Salento,con Anna Dimitri, canto e voce recitante, Roberto Gemma, elaborazioni musicali, tastiere e fisarmonica, Aldo Gemma, tastiere. Un viaggio nella musica mediterranea sarà proposto, il 22 settembre, dalla Band di Raffaello Simeoni ( tra i vari strumenti usati la ghironda, il bouzouki, la chitarra battente e la braguesa). Il 23 settembre, Momo, un’artista singolare che canta di storie magiche e misteriose di ladri, giocolieri, briganti, buffoni, donne-oca e Madonne a Pompei. I virtuosismi del pianoforte e del clarinetto saranno il tema di Simona Marino e Gianluca Sulli il 24 settembre, mentre il 25 sarà il turno di Alessandra Celletti, artista a tutto tondo del pianoforte. Le “contaminazioni” riprendono il 27 settembre con il Trio di Giuliana De Donno, che, con arpe celtica e paraguayana, percussioni, organetto, flauti, percussioni e ghironda, eseguiranno musiche “A sud del mondo”. Le composizioni di Astor Piazzola acquisteranno maggior rilievo attraverso la particolare formazione strumentale del Calambre Tango Quintetto il 28 settembre. Jazz di confine, rigorosamente acustico il 29 settembre con Media Res di Gianni Savelli; il 30 settembre jazz del Charity Cafè con gli Okinerò e rock medio-orientale con l’interessante ensamble Aladnah il 1 ottobre. Chiudono la rassegna gli Ale Brider che eseguono canti e musiche balcaniche e klezmer.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl