Centenario della nascita di L. Ron Hubbard

Benché la cerimonia per il conferimento del nome sia formalmente simile al battesimo, essa esprime anche la credenza di Scientology che il bambino è un essere spirituale che ha vissuto in precedenza e che continuerà a vivere in futuro.

13/mar/2011 00.33.42 Chiesa di Scientology di Roma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Una speciale giornata di "porte aperte" nella sede della Chiesa di Scientology di Roma in occasione della storica ricorrenza con cui la locale comunita' di Scientology ricorda i cento anni della nascita del suo fondatore


Roma - 12 marzo 2011 - Sarà una speciale giornata di "porte aperte" quella che si terrà domenica 13 marzo presso la Chiesa di Scientology di Roma in via della Maglianella 375.


Il 13 marzo 2011ricorrono infatti i 100 anni dalla nascita di L. Ron Hubbard, fondatore della principale religione sorta nel 20° secolo: Scientology. L. Ron Hubbard ha vissuto lasciando più di 5000 pagine di scritti e 3000 conferenze solo su Dianetics e Scientology.


A queste vanno aggiunti gli oltre 250 romanzi, racconti brevi e sceneggiature che gli sono valsi riconoscimenti internazionali, tra i quali il premio Gutenberg, il Cosmos 2000 e il premio Nova SF in Italia.


La celebrazione Internazionale del centenario in diretta negli USA, e che sarà poi trasmesso in video il 19 marzo nelle città italianedove hanno sede le Chiese di Scientology, da il via ad una settimana intensa di avvenimenti, anche di impegno sociale, inaugurata presso la Chiesa di Scientology di Roma con una giornata di visite guidate per esplorare la vita avventurosa e molto produttiva e l'eredità spirituale e culturale che Hubbard ha lasciato dopo oltre mezzo secolo di studi e ricerche.


Sarà possibile familiarizzarsi con il credo, i principi della dottrina di Scientology, e le sue pratiche, oltre che visionare una panoramica delle iniziative di impegno sociale per sconfiggere la piaga della droga, l'immoralità dilagante, l'intolleranza e la riscoperta del valore fondante dell'aiuto reciproco per una convivenza pacifica e civile.


Momento particolarmente importante della giornata di domenica 13 marzo sarà alle ore 12.30 la "Cerimonia del Nome" per Daniel, nuovo arrivato della comunità scientologa di Roma che gli darà il benvenuto con questa liturgia il cui testo è stato scritto dal L. Ron Hubbard.


Benché la cerimonia per il conferimento del nome sia formalmente simile al battesimo, essa esprime anche la credenza di Scientology che il bambino è un essere spirituale che ha vissuto in precedenza e che continuerà a vivere in futuro. Il Ministro di Scientology presenta il bambino ai suoi genitori ed ai padrini, gli comunica il nome che gli è stato conferito e lo accoglie nella congregazione. Vengono quindi ricordate ai genitori e ai padrini le loro responsabilità, che sono quelle di fare il possibile per far comprendere al bambino le regole della vita, e di fornirgli e rendergli noti tutti i consigli e le conoscenze acquisite nel cammino da loro già percorso, ma allo stesso tempo ricordando che la vita del bambino appartiene a lui e che sarà lui a dover scegliere come usare tali consigli per meglio raggiungere gli obiettivi che si prefiggerà.


Per approfondimenti


scientology.org


lronhubbard.it


openhouse.scientologyroma@gmail.com



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl