Dieta ABCDE, mangiare come gli uomini primitivi

Quando si parla di dieta body building va specificato che ne esistono tante ma che tra tutte la più indicata ed utilizzata è la dieta ABCDE.

30/mar/2011 09.12.56 Carlotta Tinti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Quando si parla di dieta body building va specificato che ne esistono tante ma che tra tutte la più indicata ed utilizzata è la dieta ABCDE. L’acronimo di questa dieta significa Anabolic Burst Cycling Of Diet and Exercise, tradotto in italiano ciclo anabolico di dieta ed esercizio.

Questa tipologia di strategia alimentare è stata ideata da un professore endocrinologo, Torbjon Akwrfeldt, sull’idea secondo la quale l'uomo attuale è "programmato" con gli stessi geni degli uomini primitivi, che erano cacciatori e raccoglitori. La dieta di questi uomini primitivi si basava su periodi ipocalorici e periodi ipercalorici : il periodo definito ipocalorico è quello che seguiva il periodo della caccia e in cui gli uomini si cibavano delle prede per circa due settimane.

Come a quei tempi, anche oggi il nostro organismo sarebbe ancora programmato per avvicendare periodi di iper ed ipo alimentazione. Per questo motivo il professore Akerfeldt sostiene che in una corretta alimentazione bisognerebbe alternare due settimane di dieta ipercalorica e due settimane di dieta ipocalorica. Solo in questo modo, l'aumento di calorie porterà ad un innalzamento degli ormoni anabolici IGF-1 (testosterone e insulina) portando un aumento di puro muscolo accompagnato anche da una certa percentuale di massa grassa che verrà ridotta. Questo accade nelle 2 settimane di dieta ferrea. Per evitare un assuefazione ormonale bisognerà passare ad una fase ipocalorica nella quale il metabolismo, accelerato dalla precedente sovralimentazione, inizierà a bruciare  tessuto adiposo. Solo dopo due settimane di dieta, il corpo ricomincerà ad adattarsi: ricevendo meno calorie, il metabolismo comincerà a rallentare e per tale motivo si aggiungerà un altro periodo di 2 settimane di iperalimentazione. Quindi la dieta ABCDE altro non è che una strategia alimentare che si basa sull’alternanza di due cicli dietetici, uno ipocalorico (giorni di sottoalimentazione) e uno ipercalorico (giorni di sovralimentazione). In questa dieta sono anche incluse 3-4 sessioni di lavoro aerobico a settimana di circa 40 minuti ciascuno e il momento migliore per farlo è al mattino, a digiuno.

Molti di coloro che si sottopongono a diete spesso tendono a supportare la propria alimentazione con integratori alimentari. Il consiglio è sempre quello di rivolgersi ad un esperto, dottore o dietologo che sia, prima di prendere iniziative di testa propria e rischiare di creare disturbi all’organismo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl