Comune di Rende (CS) senza soldi, Vigili del Fuoco al freddo

05/apr/2011 20.17.07 Vittorio Imbrogno Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Rende (CS) 05/04/2011
Quanti sacrifici hanno fatto i Vigili del Fuoco Rendesi, si proprio quei Vigili del Fuoco residenti a Rende, per aprire il Distaccamento dei Vigili del Fuoco e successivamente per difenderlo dai vari attacchi Politici che ha subìto e che subisce tutt'ora. Eppure oggi sono delusi, molti hanno già prodotto domanda di mobilità per spostarsi a Cosenza in Centrale, altri la produrranno a breve, ma perchè questa delusione?
Semplice e coincisa la risposta: l'Amministrazione Comunale ci ha abbandonato!
Da più di un mese, con precisione dal 17 Febbraio 2011 siamo senza una delle due caldaie, l'altra è insufficiente per poter fornire acqua per le docce per almeno 7 Vigili, infatti è una caldaia del tipo familiare da 11 lt minuto, cioè una caldaia del tipo familiare e non idonea per una caserma dei Vigili del Fuoco. Avevamo fatto la richiesta l'estate scorsa per la sostituzione, ma uno scenziato di Assessore invece di cambiarci la Caldaia con una di maggiore portata ci ha fatto istallare un Boiler di 30 lt, vi viene da ridere? C'è poco da ridere, questa è una realtà, quando uno viene messo a fare l'assessore ma non sa fare una O con un bicchiere questi sono i risultati. Oggi l'assessore è cambiato, la sostanza no, infatti, il neo assessore voluto dall'On Sandro Principe è venuto in caserma a constatare di persona la caldaia rotta, la guaina di impermeabilizzazione dell'autorimessa volata via per il forte vento di Febbraio e per fortuna non ci sono state vittime, la Caldaia che non funziona e le buche nell'asfalto del cortile che ormai sono voragini. Se n'è andato dicendo risolvo tutto io, tranquilli, adesso ripariamo tutto, solita promessa da politico. Ad oggi non si è risolto proprio nulla, l'unica risposta che abbiamo è che il Comune non ha soldi, VERGOGNA!
Cosa c'è da aggiungere ad una così vergognosa situazione? Nulla, tranne la triste constatazione logica che ormai si danno tutti i Cittadini Rendesi, "Cicchinu un c'è cchiù" e con la Sua dipartita si è appassito quel meraviglioso fiore all'occhiello del Meridione d'Italia, un tempo la BELLA RENDE.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl