Ortodonzia invisibile: correggere i difetti senza farsi notare

Quanti si sono dovuti scontrare con il problema del sorriso metallico, di quelle brutte piastrine così evidenti, in grado di mettere a disagio anche le persone più convinte di sé.

08/apr/2011 19.56.17 Vdu Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dopo avervi parlato di tecniche come l’all on four e impianti ai denti, oggi vogliamo descrivervi un’altra tecnica molto usata ultimamente dai dentisti per correggere i difetti dei denti: l’apparecchio invisibile.

Quanti si sono dovuti scontrare con il problema del sorriso metallico, di quelle brutte piastrine così evidenti, in grado di mettere a disagio anche le persone più convinte di sé. Grazie all’apparecchio invisibile, dotato di mascherine trasparenti, è possibile sistemare problematiche quali denti storti, spaziature, sorrisi disordinati.

Gli studi, inoltre, sostengono che come nel caso dei denti fissi anche l’ortodonzia invisibile favorisce l’igiene orale durante il suo utilizzo.

Il trattamento mediante apparecchio invisibile varia a seconda del paziente e dura per un periodo di dodici mesi circa, nei quali bisognerà avere cura di indossare la mascherina per più tempo possibile. L’apparecchio invisibile può essere tolto durante i pasti e ha gli stessi costi di quello tradizionale.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl